Memorial Borgonovo, vince il Pescara. Il sindaco: «A breve una piazza intitolata»


Il bilancio della terza edizione del memorial organizzato da Noi Samb. Massimiliano Zazzetta commenta: «Buon test, ci siamo confrontati con realtà giovanili importanti»…

Il fine benefico mette in secondo piano il risultato sportivo e l’Associazione Noi Samb si dice soddisfatta dei risultati. Fiore all’occhiello del torneo appena concluso è stato la presenza della figlia di Stefano e vicepresidente di Lega Pro, Alessandra.

TRIONFA IL PESCARA – Nella cornice del Riviera delle Palme si sono confrontate, in un quadrangolare, Como, Samb e Pescara, dove il calciatore ha militato e l'Ascoli ospite per il secondo anno consecutivo. L’avvio è stato di quelli col botto con il derby tra Ascoli e Samb risoltosi 1 a 0 in favore dei bianconeri. Una gara giocata con grinta da parte dei ragazzi di Ogliari che hanno cercato di mettere in campo gioco e volontà a fronte di un più cinico Ascoli. La seconda gara, tra Como e Pescara, ha visto gli abruzzesi prevalere sui lombardi con un bel 3 a 2. Nella finale per il 3° e 4° posto si sono scontrate Samb e Como. I rossoblù sono usciti dal campo con le ossa rotte sotto i colpi comaschi andati in rete alla mezz’ora, al 66’ e al 72’. La finale ha visto trionfare i pescaresi, in gol anche Mattia Palladini cresciuto nel vivaio rossoblù e vincitore della targa di miglior giocatore. I premi sono stati assegnati da Alessandra Borgonovo che ha assistito alla due giorni di calcio giovanile in Riviera, incontrando anche il sindaco.

RISULTATO POSITIVO – Massimiliano Zazzetta non fa un dramma dell’ultimo posto della Samb ottenuto nel torneo. La differenza, tra i diversi settori giovanili, è emersa prepotentemente. Il commento del tecnico spiega come crescere e cosa crea il gap: «Si sono affrontate squadre pronte per il campionato nazionale allievi del prossimo anno – ha commentato il responsabile tecnico Massimiliano Zazzetta – Il lavoro di questi settori giovanili prosegue ormai da diversi anni. Per quanto riguarda il percorso dei ragazzi di mister Ogliari è necessario specificare che i rossoblù hanno disputato un campionato cadetti. In occasione di questa competizione si sono misurati con ragazzi appartenenti a squadre nazionali. Nonostante questo il confronto non è stato negativo. Ci è mancata un po’ di cattiveria agonistica e di concentrazione che solo l’abitudine a gare di questo livello può dare»

UNA PIAZZA PER STEFANO – Tramite un tweet, il sindaco uscente Giovanni Gaspari, ha pubblicato la foto che lo vede in compagnia della vicepresidente della Lega Pro e del Presidente dell’Associazione Noi Samb Guido Barra. “Entro un mese – assicura – una piazza per Stefano Borgonovo”. Così da commemorare non solo la memoria di un giocatore che, seppur in breve, ha scritto una pagina di storia a San Benedetto del Tronto, ma anche importante per dare un segnale dell’impegno di una intera città nella ricerca e la lotta contro la SLA.  

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: