Matelica-Samb 3-1, LE PAGELLE | Il cuore non basta



MATELICA-SAMB 3-1, LA CRONACA

MONTERO: «SQUADRA, CITTÀ: GRAZIE A TUTTI»

NOBILE               6,5

Dopo un primo tempo da spettatore viene sollecitato più volte nella ripresa. Dopo aver incassato l’eurogol di Calcagni è strepitoso su un colpo di testa di Leonetti. Nel finale incassa l’ingiusto rigore di Moretti e il sigillo di Alberti a tempo scaduto.

FAZZI                  6

Nel primo tempo è il solito motorino ma ad inizio ripresa è autore di un brutto disimpegno non sfruttato da Leonetti. Prestazione al di sotto dei suoi – alti – standard. Le sue lacrime nel finale, però, sono l’emblema dell’attaccamento di questo gruppo alla causa rossoblù.

CRISTINI             6

Perfetto nel primo tempo, come un po’ tutta la difesa, ma poi accusa qualche difficoltà. Vicinissimo al gol con un colpo di testa (quasi) perfetto su calcio d’angolo all’11’ del secondo tempo.

D’AMBROSIO    5,5

Non riesce a prendere le misure ad Alberti, che col suo ingresso rompe gli equilibri della difesa rossoblù. Il centravanti biancorosso lo anticipa nell’azione dell’1-0 e poi ha modo di rendersi pericoloso in altre occasioni.

GOICOECHA      5,5

Macchia una prestazione più che positiva (provvidenziale una sua chiusura a metà secondo tempo) con la trattenuta su Moretti che gli costa l’espulsione ad una decina di minuti dalla fine.


BOTTA                6,5

Meno magie del solito, ma è sempre lui l’uomo in più della Samb, che semina il panico nella retroguardia altrui. Una punizione alta e una rasoiata di un soffio fuori nel primo tempo, mentre nella ripresa partendo da destra cerca di accentrarsi ma spesso viene murato dai difensori biancorossi.

DE CIANCIO       6

Confermato per il suo trend in crescita, stoppa frequentemente le comunque sporadiche iniziative matelicesi della prima frazione. Poi, essendo più utile in interdizione che in costruzione, lascia il campo dopo il gol di Calcagni.

ROSSI                  6

Rientra nel suo ruolo di perno del centrocampo di Montero e tiene alto il baricentro della squadra, facendo ripartire la manovra. Non sempre lucido in appoggio, la sua gara termina poco dopo l’ammonizione.

ANGIULLI           6,5

Il suo cuore rossoblù non smette mai di battere e fa tristezza vederlo esanime a fine match sul terreno dell’Helvia Recina. Dopo un primo tempo in chiaroscuro nella ripresa guida tutti gli assalti ospiti ed è tra gli ultimi ad arrendersi.


LIPORACE          5,5

Non è all’altezza delle ultime prestazioni. Non commette grossi errori, ma è piuttosto impalpabile e poco incisivo lungo l’out sinistro, da cui scodella pochissimi palloni in mezzo. Giustamente sostituito dopo il vantaggio biancorosso.

LESCANO           5,5

Il Faquita si sbatte ma fatica a trovare gli spazi giusti nella difesa avversaria, che col passare dei minuti si fa sempre più nutrita. Ad inizio ripresa ci prova con una conclusione acrobatica delle sue ma non centra lo specchio.

BACIO TERRACINO        6

Di rientro dopo l’ennesimo stop per via di problemi fisici, si rende subito pericoloso con alcuni spunti sulla sinistra e con una conclusione al volo che però non impensierisce Vitali. Ha un impatto positivo sulla partita.

PADOVAN         6

Altro redivivo, la sua ultima presenza era datata 21 febbraio. Si fa notare con un paio di spunti, tra cui una conclusione potente ma ribattuta dalla difesa biancorossa.

D’ANGELO         7

A pochi minuti dal suo ingresso in campo suona la carica con una splendida conclusione di prima – anche in precario equilibrio – che si insacca all’incrocio dei pali. È il gol che dà la speranza, almeno fino all’assegnazione del clamoroso rigore.

MAXI LOPEZ      S.V.

Prende il posto di Lescano nei minuti finali ma non ha modo di farsi notare.


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB


Commenti