Magi: «Il presidente non è contento? In pochi lo siamo. Meglio nella ripresa»


LA CRONACA DI TERAMO-SAMB

GIUSEPPE MAGI (All. Samb): «Siamo in pochi ad essere contenti. Abbiamo fatto delle cose positive e delle cose negative. Penso che il Teramo abbia fatto una buona gara, ma non ho visto la Samb e i giocatori della Samb al massimo della loro potenzialità. Le cose positive non sono bastate perchè nate da spunti individuali ed episodi. Qualcosa abbiamo creato: abbiamo fatto più tiri in porta del Teramo e abbiamo avuto delle situazioni in area che non posso permettermi di giudicarle. Come mai dopo due mesi di preparazione non riusciamo ad imporre il nostro gioco? Beh, è una risposta lunga: lavorare, ad esempio, con giocatori che non si sa se sarebbero rimasti o meno, in ritiro eravamo anche 40, l’idea di lavorare con un progetto tattico e tecnico di un certo tipo e poi abbiamo visto che l’attacco della scorsa settimana ci ha indebolito dietro. Stasera abbiamo riproposto il 3-5-2 ma non nella stessa ludicità dell’ultima volta e mi fa pensare che ci sia qualcosa nella testa che frena i giocatori. Dal mio punto di vista non ha funzionato bene il possesso palla perchè i due quindi (Gemignani e Rapisarda) non riuscivano ad incidere lasciando isolati i nostri avanti. Nella ripresa abbiamo tenuto più il campo abbassando i nostri avversari. Signori oggi non è riuscito a trovare le misure proprio perchè si è ritrovato senza il quinto e sempre in mezzo. Poi siamo cresciuti quando Bove è passato a giocare da mezz’ala e Ilari in regia e hanno fornito una buona prestazione. Se pensate che mi faccia condizionare se mercoledì sera perdiamo non posso fare questo mestiere. Io devo dare la possibilità a questi ragazzi di esprimersi al meglio, se poi non dovesse andar bene si vedrà».


Commenti
Condividi questo post: