Maceratese, solo pari con l’AlbinoLeffe ma i biancorossi sono in un ottimo periodo di forma


MACERATESE (4-3-1-2): Forte; Gattari, Perna, Marchetti, Ventola; Mestre (46′ Franchini), De Grazia, Malaccari; Turchetta; Colombi (90′ Broli), Petrilli (64′ Palmieri). Allenatore: Federico Giunti.
ALBINOLEFFE (3-5-2): Nordi; Zaffagnini, Gavazzi, Magli; Gonzi, Mastroianni (73′ Moreo), Di Ceglie, Agnello, Guerriera; Nichetti, Minelli (78′ Virdis). Allenatore: Massimiliano Alvini,
ARBITRO: Tursi di Valdarno.
ESPULSO: 32’st Ventola (doppia ammonizione).
AMMONITI: Di Ceglie, Moreo, Guerriera, Agnello.

I biancorossi allenati da Federico Giunti non sono riusciti ad andare oltre lo 0-0 nell’ultimo match di campionato: ecco com’è andata all’Helvia Recina contro Loviso e compagni…

MACERATESE (4-3-1-2): Forte; Gattari, Perna, Marchetti, Ventola; Mestre (46′ Franchini), De Grazia, Malaccari; Turchetta; Colombi (90′ Broli), Petrilli (64′ Palmieri). Allenatore: Federico Giunti.
ALBINOLEFFE (3-5-2): Nordi; Zaffagnini, Gavazzi, Magli; Gonzi, Mastroianni (73′ Moreo), Di Ceglie, Agnello, Guerriera; Nichetti, Minelli (78′ Virdis). Allenatore: Massimiliano Alvini,
ARBITRO: Tursi di Valdarno.
ESPULSO: 32’st Ventola (doppia ammonizione).
AMMONITI: Di Ceglie, Moreo, Guerriera, Agnello.

Maceratese e AlbinoLeffe si ritrovano un punto sotto l’albero che, di questi tempi, non è niente male. Le squadre hanno affrontato il match cercando di superare l’avversario senza scoprirsi dando vita ad una gara maschia, ma noiosa per lunghi tratti. Fasi di studio, dopo il fischio del direttore di gara che portano veramente poche volte gli avanti delle due compagini a presentarsi davanti al portiere avversario. Al 27’ arriva il primo brivido per gli ospiti con Minelli che, da calcio di punizione, colpisce il palo a Forte battuto. Poco altro fino al 43’ quando Mastroianni si ritrova a quattr’occhi con Forte, ma si fa ipnotizzare dal portiere in uscita. La ripresa è poco più viva perché subentra una certa mancanza di lucidità e il gioco risulta molto spezzettato e tattico, noioso, come detto in precedenza. Dopo una girandola di cambi nelle due formazioni arrivano le battute finali dove sono i padroni di casa a sfiorare il vantaggio in due occasioni. All’82 Colombi svetta su calcio d’angolo, ma è impreciso. Tre minuti dopo gli si propone una occasione fotocopia che finisce nello stesso modo. C’è spazio per il secondo giallo sventolato in faccia a Ventola che, quindi, guarderà il derby contro la Samb dalla tribuna. Risultato finale sostanzialmente giusto Rata e Leffe che ben poco hanno fatto per dare una scossa alle cose.

Condividi questo post: