Ma il gol quando arriva? Le pagelle di Samb-Maceratese


Da Aridità a Vallocchia i voti a tutti i calciatori rossoblù: tanti errori in tutti i reparti, ma davanti sono davvero troppe le occasioni sprecate. Mancuso ha perso il tocco magico…

ARIDITÀ 6

Difficile attribuirgli colpe sul gol subito, con Allegretti che colpisce in spaccata dal limite dell’area piccola. Per il resto un paio di buoni interventi su Turchetta.

TAVANTI 5,5

Si fa apprezzare per alcune buone sovrapposizioni sulla destra, ma soffre troppo in copertura, anche per mancanza di aiuti adeguati. Sull’azione che porta al gol della Maceratese è preso d’infilata dal diretto avversario.

DI FILIPPO 5,5

Adattato al centro della difesa, non soffre in maniera particolare quando Turchetta parte dalla corsia laterale e si accentra facendo leva sulla sua rapidità. È così che riesce infatti a fornire l'assist vincente per Allegretti.

RADI 6

L’esperto centrale deve non solo sprangare la strada agli avversari, ma anche impostare il gioco in luogo di Berardocco. Una prestazione priva di sbavature se non in una occasione verso metà del secondo tempo.

PEZZOTTI 5

Diversi errori per il capitano rossoblù: su De Grazia è spesso costretto ad arrangiarsi, mentre quando si proietta in avanti i suoi cross difettano in precisione.

SABATINO 5

Fornisce due assist di ottima fattura a Mancuso e Sorrentino, poi però partecipa anche lui alla sagra dell’errore con un rigore tirato come peggio non si poteva: palla in alta, proprio sotto la Curva Nord.

BERARDOCCO 5

Nella generalizzata crisi di gioco dei rossoblù emerge una lacuna in cabina di regia. Sembra l’ombra del giocatore che dettava i tempi del treno-Samb di inizio stagione diventato una vaporetta che viaggia in tondo.

LULLI 5,5
La potenza è nulla senza il controllo, come recitava un celebre spot, ma il Lulli di oggi è sembrato muscolare e potente, peccando di intelligenza. Ha il merito di aver conquistato il rigore, dopo il fallo subito da Marchetti.

MANCUSO 5

Non c’è più il tocco magico di inizio stagione e lo si vede quando ad inizio ripresa, messo davanti al portiere da Sabatino, non riesce a centrare la porta con un molle piatto destro. Replica nel finale anche se sotto il pressing di un paio di difensori. L’astinenza continua.

SORRENTINO 5

Sullo 0-0 riceve in area completamente solo: controlla il pallone poi aspetta, aspetta e aspetta ancora prima di tirare addosso al portiere. Errori che non possono essere permessi in partite come questa.

DI MASSIMO 5,5

Con le sue accelerazioni – da solista ma comunque pericolose – mette in difficoltà Marchetti in un paio di circostanze, ma troppo spesso è avulso dal resto della squadra.

TORTOLANO 5
Palladini lo butta dentro per Di Massimo, prova a non farlo rimpiangere con qualche accelerata, ma nel finale di gara resta invischiato nella confusione offensiva e si perde come una goccia d’acqua nel mare.

VALLOCCHIA S.V.
Non incide nell’equilibrio del match perché si trova a dover dare man forte ad un reparto in forte crisi nel corso di una partita delicatissima.

Condividi questo post: