Luca Fanesi, due anni dopo ancora poca chiarezza e tante contraddizioni



Sono trascorsi due anni ma ancora non c’è chiarezza sul caso di Luca Fanesi. Era il 5 novembre 2017 quando il 44enne sambenedettese riportò delle lesioni gravissime in seguito ai disordini avvenuti dopo la partita tra Vicenza e Samb. Il Tribunale di Vicenza deve ancora esprimersi sulla richiesta di archiviazione che è stata dai pubblici ministeri De Munari e Parolin. Richiesta alla quale si oppone la famiglia di Luca Fanesi, secondo cui le gravi lesioni non sono riconducibili – come ipotizzato in una prima ricostruzione da parte delle forze dell’ordine – ad una caduta accidentale. Più volte il fratello di Luca, Massimiliano, ha evidenziato le contraddizioni che sarebbero emerse nel corso dei tanti mesi di indagine ma ancora non si è giunti alla verità.


Condividi questo post: