Loris, il ricordo più bello. Su lo striscione e la Samb fa gol


Due anni fa il 24enne di Monsampolo, grande tifoso rossoblù, se ne andava dopo aver combattuto contro una grave malattia. Durante la partita col San Nicolò il momento del suo ricordo è stato tutto particolare…

IL RICORDO – Forse il caso, forse la fortuna, o forse nulla di tutto ciò. Stadio Riviera delle Palme, in campo ci sono Samb e San Nicolò, con i rossoblù costretti ad inseguire il gol messo a segno da Chiacchiarelli ad inizio gara. Tutte le occasioni create nel primo tempo e nei primi minuti della ripresa non sono andate a segno. I minuti trascorsi nel secondo tempo sono nove quando la Curva Nord Massimo Cioffi tributa il suo ricordo a Loris Cocchieri, esponendo lo striscione «Gli anni passano, ma resta il ricordo. Loris per sempre con noi!». In campo Barone ha appena sistemato la palla per battere un calcio di punizione dalla fascia destra. Parte la rincorsa, sponda di Sorrentino ed incursione di Sabatino, che di testa mette in rete: il Riviera fa festa. Da quel momento prosegue la gara perfetta della Samb, che poi al San Nicolò di gol ne rifila ben tre. Sui gradoni, però, in tanti pensano subito: «La palla ce l'ha messa Loris, l'ha spinta lui da lassù».

IL MEMORIAL – Loris aveva 24 anni quando la malattia l'ha strappato dalla compagna Cristina e suo figlio, all'affetto dei genitori e della sorella, ma anche degli amici di sempre, quei compagni sui gradoni dello stadio che ogni ora lo ricordano anche con il “Memorial Loris Cocchieri” al Palazzetto dello Sport di Monsampolo. Per questo è bello poter pensare che quei tre gol contro il San Nicolò, quella rimonta, quello spettacolo in campo e sugli spalti, abbia potuto apprezzarlo anche Loris.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: