Lecce-Samb, LE PAGELLE: Pegorin para tutto, che rimpianto per Vallocchia


Da Pegorin a Bernardo i voti a tutti i calciatori della Samb dopo il pareggio del Via del Mare: tiene bene la coppia Mori-Radi, Mancuso disinnescato, Agodirin nervoso…

PEGORIN 7

Inizia alla grande sbattendo la porta in faccia a Doumbia e Costa Ferreira con delle ottime respinte di piede. Concentrazione sempre ai massimi livelli per lui, che non sbaglia mai un intervento e tiene sempre in corsa la Samb.

RAPISARDA 6

Pronti-via Doumbia gli fa capire che ha un altro passo rispetto a Torromino sgusciando dalla sua marcatura e presentandosi davanti a Pegorin. Contiene come può le accelerate dell'attaccante francese, senza dubbio il più pericoloso tra i suoi.

MORI 6,5

Assieme a Radi limita al minimo la pericolosità di Caturano, non esattamente l'ultimo degli attaccanti. In sofferenza soltanto sulle infilate in contropiede, che con il passare dei minuti ed il bisogno di vincere sono però inevitabili.

RADI 6,5

I suoi lanci sono una fonte di gioco che rappresenta una valida alternativa alle targate Bacinovic. Prima dell'intervallo mette anche i brividi ai diecimila del Via del Mare quando su calcio di punizione sfiora la marcatura.

N'TOW 6

Indomito maratoneta della fascia sinistra, con i suoi scatti complica la vita a Lepore in fase difensiva, anche se Pacilli lo supera un po' troppo spesso. Prestazione comunque sufficiente.

VALLOCCHIA 6,5

L'impatto con il via del Mare non fa tremare le gambe al talento reatino che, dopo aver preso la mira con un primo tentativo, con un bordata mancina colpisce una traversa che fa raggelare i salentini. Gagliardo ma sfortunato, cala un po' nella ripresa.

BACINOVIC 6,5

Quantità e qualità, in mezzo al campo lo sloveno si fa in due: bravo nello spezzare la manovra di gioco dei padroni di casa, mentre sulla trequarti dà sfoggio alle sue doti tecniche. Anche lui, però, cala d'intensità nella seconda parte di gara.

LULLI 5,5

Passo indietro dopo la bella prova del Riviera: col pallone tra i piedi è poco reattivo, come quando ad inizio ripresa da un calcio d'angolo a favore innesca un contropiede in cinque contro due per i leccesi.

MANCUSO 5,5

Per disinnescarlo Cosenza e compagni la buttano sul piano fisico in maniera più o meno educata: l'intento, però, riesce ed il bomber raramente riesce a mettere il suo zampino nelle azioni che contano.

SORRENTINO 6,5

Sulle sue larghe spalle si poggia la Samb quando deve guadagnare metri. Il solito lavoro sporco viene svolto in maniera impeccabile dal numero nove, che però non si ritrova tra i piedi palloni "caldi" in area di rigore.

AGODIRIN 6

Corre per quattro dando una grossa mano a N'Tow in fase difensiva. Molto coinvolto a livello nervoso, rischia subito di finire sotto la doccia per una gomitata a Lepore. Partita di sacrificio ma senza acuti in avanti.

DI MASSIMO S.V.

Reattivo nel fare suo un pallone vagante in area salentina nei minuti finali, ma la sua conclusione a botta sicura viene murata da Cosenza.

BERNARDO S.V.

Con il suo ingresso in campo Sanderra si gioca il tutto per tutto passando al 4-2-4.

Daniele Bollettini

Commenti
Condividi questo post: