L’analisi di Arcipreti: «Primo posto difficile, mercato attento al budget»


«A Gubbio sono al minimo storico di spettatori, è una piazza indifferente a campionati non di vertice».

Una bella granata quella lanciata dall’ex DS Alvaro Arcipreti tra le colonne del Corriere Adriatico. Gli umbri hanno perso mister Magi ad inizio stagione, al centro di un intreccio che lo avrebbe voluto a San Benedetto salvo poi deviare verso Bassano. Gli eugubini puntavano ad essere la solita outsider, quella mina vagante imponderabile che poteva gettare il campionato nello scompiglio ricavandosi, magari, un posto nei playoff. E invece… «Il pubblico è ai minimi storici, parliamo di circa 200 unità. Al contrario a San Benedetto si può fare bene. Conosco da anni mister Capuano e ho lavorato con Franco Fedeli».

Arcipreti fa un po’ da pompiere viste le frizioni per il mercato che ancora procede a rilento: «Se l’ambiente riuscirà a far andare d’accordo due personaggi avvezzi alle prime pagine come loro magari si potrà alimentare un sogno. Forse il primo posto sarà difficile, ma il secondo lo vedo ampiamente alla portata di questa squadra, nonostante un mercato molto attento al budget. Inevitabilmente porterà ai tifosi qualcosa di importate».

Condividi questo post: