La Serie A, i guai giudiziari e la voglia di riscatto: Bacinovic vuole svoltare con la Samb


Dopo un ottimo avvio nel calcio italiano con la maglia del Palermo lo sloveno ha intrapreso una parabola decadente che ora vuole interrompere: ecco perché la scelta della Samb…

Armin Bacinovic è senza dubbio il calciatore più atteso dai tifosi della Samb, che non vedono l'ora di vederlo all'opera con la maglia rossoblù, magari già in occasione della trasferta di Fano. Lo sloveno è il pezzo pregiato del mercato rossoblù che, visto il tesseramento del giovane attaccante Antonio Ferrara, si è concluso anche oltre la scadenza delle 23:00 del 31 gennaio.

Un profilo particolare, quello del 27enne sloveno, centrocampista che è arrivato in Italia nel 2010 alla corte del Palermo di Maurizio Zamparini: a farli compagnia il connazionale Josip Ilici, di due anni più vecchio, oggi alla Fiorentina. Dopo un inizio promettente, però, per Bacinovic è iniziato un percorso discendente che lo ha portato in Serie B prima col Verona e poi col Lanciano. Proprio a Lanciano risale un'esperienza extracalcistica che ha segnato gli ultimi mesi del centrocampista: nel febbraio del 2016 Bacinovic, al volante della sua Audi Q7, è stato fermato dagli agenti di polizia per un controllo nel quale è emerso che il calciatore aveva fatto registrare un tasso alcolemico di gran lunga superiore ai limiti di legge (1,5g/l). Da qui il procedimento penale che ha portato al patteggiamento dello sloveno ad una condanna di quattro mesi per guida in stato d'ebbrezza. Anche per questo, probabilmente, Bacinovic e la Ternana (squadra di Serie B con la quale aveva iniziato la stagione) hanno deciso di dirsi addio. Ecco, dunque, che la Samb può rappresentare per l'ex Palermo un trampolino di rilancio. Nelle prossime ore il primo allenamento agli ordini di Stefano Sanderra.

Redazione

Commenti
Condividi questo post: