La sambenedettese Maria Claudia Perazzoli conquista la cintura viola nel brazilian jiu jitsu



Maria Claudia Perazzoli conquista la cintura viola nella disciplina del brazilian jiu jitsu; è la prima donna della ‘RobyCamp S22 training crew‘ ad ottenerla, e diventa così la più alta in grado dopo i suoi istruttori.

Guido Mascitti, cintura nera di judo, grappling, brazilian jiu jitsu e amatore di lotta libero, insieme ad Alessandro Massari, cintura nera di grappling e pluricampione italiano nella sua disciplina, hanno conferito a Maria Claudia nella giornata di venerdì 1 novembre la cintura viola, al termine di un seminario tenuto dal maestro brasiliano Leonardo Leteri. Mascitti manifesta grande soddisfazione del tanto ambito risultato ottenuto con passione e dedizione.

La cintura viola è il terzo grado, dopo bianca e blu; in seguito potrà essere conferita la marrone e infine la nera. Con la cintura viola la Perazzoli ottiene anche la possibilità di diventare istruttrice della disciplina di brazilian jiu jitsu.

Il brazilian jiu jitsu è un’arte marziale, uno sport da combattimento e un metodo di difesa personale specializzato nella lotta a terra e praticato con il kimono (gi), ed è assimilabile alla disciplina del Grappling, che però non prevede l’uso del kimono (no-gi).La ‘RobyCamp’, creata nel 1985 a San Benedetto del Tronto da Roberto Olivieri, ex campione di sport da combattimento, svolge la preparazione nella palestra S22 training crew di San Benedetto del Tronto.


Commenti
Condividi questo post: