La Samb tocca il fondo: al Riviera il Santarcangelo passa 3-2


SAMB-SANTARCANGELO 2-3
MARCATORI:
4’pt Gatto, 12’pt Mancuso (rig.), 19’pr Merini, 30’pt Valentini, 43’st Bacinovic

LE FORMAZIONI
SAMB
(4-3-3): Aridità; Rapisarda, Di Pasquale, Mattia (10’st Latorre), Pezzotti (26’st N’Tow); Damonte, Bacinovic, Sabatino; Di Massimo (11’st Agodirin), Sorrentino, Mancuso. A disp. Pegorin, Radi, Di Filippo, Grillo, Lulli, Bernardo, Candellori, Vallocchia. All. Stefano Sanderra.
SANTARCANGELO (3-5-2): Nardi; Paramatti, Capitanio, Adorni (1’st Oneto); Rossi, Valentini, Gatto, Danza, Florio; Merini (20’st Cesaretti), Cori. A disp. Gallinetta, Rossini, Dalla Bona, Gulli, Ungaro, Alonzi, Jadid, Rondinelli. All. Michele Marcolini.
ARBITRO: De Tullio di Bari (Urselli-Abruzzese).
ESPULSI: 5’st Sabatino, 39’st Damonte.
AMMONITI: 17’st Bacinovic, 19’st Merini, 22’st Pezzotti, 29’st Danza, 31’st Agodirin, 35’st Sorrentino.
ANGOLI: 9-2.
RECUPERI: 0’-4’.
NOTE: Splende il sole sul Riviera delle Palme, la temperatura è di 18°. Completo rossoblù per la Samb, divisa bianca per il Santarcangelo.

Ancora una sconfitta per i rossoblù, che chiudono il primo tempo sotto di due reti. Nel secondo tempo le espulsioni di Sabatino e Damonte, Bacinovic accorcia ma quando è troppo tardi…

SAMB-SANTARCANGELO 2-3
MARCATORI:
4’pt Gatto, 12’pt Mancuso (rig.), 19’pr Merini, 30’pt Valentini, 43’st Bacinovic

LE FORMAZIONI
SAMB
(4-3-3): Aridità; Rapisarda, Di Pasquale, Mattia (10’st Latorre), Pezzotti (26’st N’Tow); Damonte, Bacinovic, Sabatino; Di Massimo (11’st Agodirin), Sorrentino, Mancuso. A disp. Pegorin, Radi, Di Filippo, Grillo, Lulli, Bernardo, Candellori, Vallocchia. All. Stefano Sanderra.
SANTARCANGELO (3-5-2): Nardi; Paramatti, Capitanio, Adorni (1’st Oneto); Rossi, Valentini, Gatto, Danza, Florio; Merini (20’st Cesaretti), Cori. A disp. Gallinetta, Rossini, Dalla Bona, Gulli, Ungaro, Alonzi, Jadid, Rondinelli. All. Michele Marcolini.
ARBITRO: De Tullio di Bari (Urselli-Abruzzese).
ESPULSI: 5’st Sabatino, 39’st Damonte.
AMMONITI: 17’st Bacinovic, 19’st Merini, 22’st Pezzotti, 29’st Danza, 31’st Agodirin, 35’st Sorrentino.
ANGOLI: 9-2.
RECUPERI: 0’-4’.
NOTE: Splende il sole sul Riviera delle Palme, la temperatura è di 18°. Completo rossoblù per la Samb, divisa bianca per il Santarcangelo.

Dopo il tonfo di Modena Sanderra cambia qualcosa per affrontare il Santarcangelo: chiavi del centrocampo in mano a Bacinovic, vicino a lui Sabatino e Damonte col compito di dare mettere in campo centimetri. L’assenza di Grillo sa di bocciatura dopo la non brillante prestazione di Modena quindi la fascia, mancina e da capitano, tornano a Pezzotti. Formazione rimaneggiata per il Santarcangelo con Marcolini che deve fare a meno degli squalificati Carlini e Sirignano.
Chi se ne frega delle fasi di studio? Al primo affondo il Santarcangelo trova subito il gol. Gatto e Cori provano lo sfondamento di forza trovando una timida opposizione di Mattia, per il centrocampista è un gioco da ragazzi infilare Aridità, in uscita disperata. L’aria diventa pesante fin da subito e allora è Pezzotti che prova a favorire il pari piazzando, qualche minuto dopo, un buon cross per la testa di Damonte: il colpo è preciso, ma si stampa sulla traversa. Ancora Samb, stavolta più fortunata. Pezzotti mette in mezzo per Mancuso che viene contrastato fallosamente in area: rigore. Lo stesso numero 7 va sul dischetto e fulmina Nardi. Al quarto d’ora Cori fa quello che vuole in area e in un fazzoletto si beve due marcatori per poi appoggiare un lob a Merini che tira e segna. Fortuna vuole che la posizione dell’attaccante ospite fosse irregolare. La scena si ripete al 19’, ma stavolta non c’è guardalinee che tenga: Cori imbarazza Mattia e serve Merini che batte Di Pasquale in velocità trafiggendo Aridità. Niente da fare, i rossoblù continuano ad essere inguardabili ed incapaci di portare rischi alla porta di Nardi così, alla mezz’ora, è il tracollo. Difesa completamente assente e un lancio dalle retrovie di Paramatti trova di nuovo la sponda di Cori che stavolta rifinisce per Valentini: 3 a 1. La tifoseria, dopo la terza rete, a gran voce chiede (per usare un eufemismo) le dimissioni di Sanderra. Come se la situazione non fosse abbastanza complicata Di Tullio butta fuori Sabatino al 5’ della ripresa per, probabilmente, condotta violenta nei confronti di un avversario. Si gioca in un imbarazzante silenzio spezzato da qualche applauso che accompagna le giocate di Mancuso. Gli attacchi rossoblù sono sterili nonostante Sanderra abbia gettato nella mischia Latorre e Agodirin. Al 27’ il Santarcangelo sbatte contro Aridità che compie un miracolo su Cesaretti: N’Tow, appena entrato, regala un pallone agli avversari che ripartono in contropiede approfittando della difesa scopertissima della Samb. Cori apre per Cesaretti che entra dalla fascia destra e prova la botta disinnescata da una parata miracolosa del portiere. La presenza degli uomini di Sanderra in avanti è quasi costante, ma leggera come l’aria così Nardi, ad esclusione di una parata su una conclusione ravvicinata di Mancuso, resta spettatore non pagante. A cinque dal termine finisce fuori anche Damonte reo, per l’arbitro, di aver colpito un avversario con una gomitata. Inutile la rete di Bacinovic prima del recupero, dopo il triplice fischio il pubblico fischia e lancia strali verso i giocatori.

Commenti
Condividi questo post: