La Samb ci prova, ma lo 0-0 resiste: Samb-Santarcangelo, LA CRONACA


SAMB – SANTARCANGELO

LE FORMAZIONI
SAMB (4-3-3): Aridità; Rapisarda, Miceli, Patti, Tomi; Vallocchia, Bacinovic, Gelonese; Troianiello, Miracoli, Valente. A disp. Pegorin, Mattia, Di Massimo, Bove, Sorrentino, Esposito, Di Pasquale, Demofonti, Candellori, Di Cecco, Sargolini, Damonte, Trillò. All. Cudazzo.
SANTARCANGELO (4-4-1-1): Bastianoni; Toninelli, Bondioli, Briganti, Cagnano; Moroni, Dhamo Gaiola, Bussaglia; Bruschi; Piccioni. A disp. Moscatelli, Addario, Dalla Bona, Pandza, Luciani, Soumahin, Palmieri, Tommasone, Obeng, Sirignano, Broli, Spoliartis. All. Angelini. 
ARBITRO: Nicoletti di Catanzaro (Falco e Palermo di Bari).
AMMONITI: 44’pt Cagnano.
ANGOLI: 2-0.
RECUPERI: 1’.

Altro che… La differenza di classifica tra Samb e Santarcangelo si nota e pure molto. Dopo un paio di minuti il Santarcangelo prova ad impensierire Aridità, ma fa veramente poco. Sono i rossoblù a salire prepotentemente in cattedra iniziando a pressare l’avversario spingendolo nella propria metà campo. Al 17’ Valente buca a sinistra ed appoggia per l’accorrente Vallocchia. Il numero 21 crossa e trova l’opposizione scoordinata di un difensore sembrerebbe, con la mano. Il match è acceso e vivo col Sant che aspetta per approfittare di ogni errore dei padroni di casa e i rossoblù che sgusciano con facilità come al 22’. Valente apre per Troianiello che serve Miracoli. L’acrobazia del centravanti ha un alto coefficiente di difficoltà ma trova l’opposizione di Bastianoni. Poco dopo la mezz’ora Nicoletti annulla un gol alla Samb: Miceli svetta su un corner, ma il direttore di gara vede un fallo in attacco. Niente da fare. Organizzato e ordinato, il gioco dei ragazzi di Cudazzo (Moriero siede in tribuna, squalificato). La presenza negli ultimi trenta metri è costante. E sfortunata quando, ad un minuto dal rientro negli spogliatoi, Vallocchia prova una bordata al volo da distanza siderale che impegna severamente l’estremo ospite.

Commenti
Condividi questo post: