La Reggiana vuole la B, Cattaneo: «Ci crediamo». Ma scoppia la grana Stadium


Lo stop interno del Padova contro il Teramo di Ottavio Palladini ha sortito più effetti di quanti ci si aspettasse. Con la contemporanea vittoria della Samb sul Renate, innanzitutto, la distanza tra rossoblù e capolista non si misura più in doppia cifra (anche se in questo turno i rossoblù dovranno stare a guardare). Dietro impazza il “toto-secondo posto”, ma c’è pure chi cerca il salto diretto sperando che i biancoscudati facciano un testacoda.

A parte la Samb, la cui ambizione non riguarda strettamente il primo posto ma il migliorare il settimo della scorsa stagione, c’è la Reggiana che nel girone di ritorno vanta quasi una media da promozione diretta, superiore, nel girone di ritorno, a quella del club di Bisoli. L’arrivo di Eberini ha scosso l’ambiente e lo ha compattato.

In conferenza stampa, ad analizzare il momento, è Luca Cattaneo, arrivato in granata nel mercato di gennaio:
«Il nostro bilancio è molto positivo. C’è ancora tanto da dare e visto che il Padova sta facendo dei passi falsi dobbiamo ingranare la marcia e pensare a vincere tutte le gare. Il rinvio della gara contro il Mestre ci ha permesso di riposare un po’ di più e vedere la vittoria del Teramo. Credevo al primo posto quando sono arrivato e ci credo ancora adesso. Non dovessimo farcela ci saranno i play off per tentare l’assalto alla B. Nell’altro girone il Livorno ha perso 12 punti».

La Reggiana però ha una granata da disinnescare e si chiama Mapei Stadium. Tramite un comunicato apparso sul sito della società si apprende che i costi di gestione per l’impianto sportivo sarebbero raddoppiati nel corso degli ultimi anni, il tutto senza una rendicontazione tangibile da parte della Mapei, società proprietaria. La Reggiana può beneficiare dell’impianto durante le gare casalinghe, ma non degli ambienti in esso presenti (come ad esempio le aree ristoro). Il club del presidente Piazza, tra l’altro, dispone dell’ex Stadio Giglio solo nei giorni in cui sono previsti i match ufficiali e non durante il corso della settimana per svolgere sedute di allenamento o rifinitura.

Condividi questo post: