La prudenza di Palladini: «A Scoppito non sarà facile»


Il tecnico rossoblù parla anche di mercato: «Esclusioni? Tutti fanno parte del progetto della Samb, ma chi gioca meno deve essere bravo a mettermi in difficoltà nelle scelte»…

Il punto in casa Samb. Sono sulla via del recupero sia Cosimi, alle prese con una fastidiosa borsite, sia Conson che domenica ha rimediato una distorsione alla caviglia e oggi si è allenato a parte.

L'ISTANTANEA DI PALLADINI – «Vincere contro il Giulianova era importante tanto quanto mettere in campo coesione e compattezza, che fino ad ora sono un po' mancate. Siamo migliorati rispetto alla prima uscita di Isernia, ma voglio continuare a migliorare specie nella gestione della gara e del pallone». Alla ripresa degli allenamenti c'è un Ottavio Palladini felice, visti i risultati della sua Samb, ma prudente nonostante le prossime gare siano, almeno sulla carta, favorevoli: «Non esistono partite facili in questo campionato. Tutte le squadre hanno una chance di giocarsela alla pari con gli altri». A Scoppito sarà una gara non facile: «L'Amiternina cambia spesso modulo di gioco e, nell'arco del campionato, ha messo in difficoltà molte squadre pareggiando con Campobasso e Matelica, perdendo immeritatamente contro la Vis Pesaro e trovando due vittorie con Recanatese e Olympia Agnonese.»

IL PROGETTO SAMB – «Gioca chi è in più in forma ed ha le caratteristiche adatte alla gara – spiega Palladini – Non esistono esclusi. C'è una rosa di 25 elementi e sono costretto a fare delle scelte. Purtroppo qualcuno resta fuori, ma voglio che chi gioca meno riesca a mettermi in difficoltà durante la settimana.» Il tecnico si sofferma poi a spiegare la situazione di Bonvissuto: «È un calciatore che va recuperato e che ha bisogno di fiducia. Credo, ma è una mia valutazione, che riesca ad essere più incisivo partendo da titolare, piuttosto che dalla panchina. Domenica ho preferito Sorrentino a Prandelli perchè il primo ha maggiori capacità di tenere palla e permettere alla squadra di salire e tirare il fiato, il secondo è un rapace, abile in area di rigore.»

IL MERCATO – Diversi i nomi accostati alla casacca rossoblù, ma l'allenatore spiega: «Non ho chiesto calciatori al presidente, abbiamo parlato in generale di interventi da fare nei diversi reparti, ma non ho avanzato richieste in particolare. Adesso dobbiamo concentrarci a mantenere la prima posizione in classifica e poi a dicembre si vedrà.»

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: