La Lega B ricorre contro il Tar, contromossa di Gravina: «Martedì Consiglio Federale»


«Chi pensa di riportare in capo a questa governance la responsabilità dell’attuale situazione sul format del campionato di Serie B, la cui gravità è sotto gli occhi di tutti, così come ben evidenziato dalle ordinanze del TAR del Lazio, ha sbagliato indirizzo». Così il neo presiddente della FIGC Gabriele Gravina ha voluto rispondere, in maniera indiretta, alla Lega B che ha deciso di intraprendere la strada di ricorrere al Consiglio di Stato dopo la decisione del Tar del Lazio che ha bocciato il passaggio al format a 19 squadre decretato la scorsa estate. Gravina, eletto da pochi giorni in FIGC ed in passato sempre contrario a questa presa di posizione da parte di lega e club della cadetteria, è intenzionato a risolvere la questione in tempi rapidi: «Ho deciso di convocare tempestivamente il Consiglio Federale (martedì 30 ottobre alle ore 11:00), unico organo statutariamente competente per decidere».

Redazione


Commenti
Condividi questo post: