La finale sfuma proprio all’ultimo istante: Samb battuta 3-2


In semifinale i rossoblù della sabbia pagano a carissimo prezzo una rovesciata di Giacomo Valenti. Termina così l’avventura dei sambenedettesi, che speravano di bissare lo scudetto del 2014…

Termina a un secondo dalla fine la speranza della Happy Car Samb beach soccer di poter difendere lo scudetto vinto lo scorso anno a Catania. Alla Dolomia beach arena di Lignano Sabbiadoro finisce 3/2 per il Viareggio che si aggiudica l’incontro grazie a una rovesciata imprendibile di Giacomo “Jackie” Valenti che da pochi passi trasforma il rilancio di Carpita nella rete della vita che manda i versiliesi per la prima volta alla finale scudetto. L’inizio della gara è a favore della formazione di mister Di Lorenzo che prima ha una ghiotta occasione con Andrè, che si vede respingere il tiro da Carpita e poi è lo stesso brasiliano che approfitta di un liscio di Pacini per piazzare il pallone tra palo e portiere e insaccare la rete del vantaggio rossoblu. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 1/0 per la Happy Car, ma nella ripresa Comello deve superarsi per tre volte, prima su Carpita e poi per due volte su Gori in rovesciata. Dopo che Palma in rovesciata ha colpito il palo dei toscani giunge il pareggio di Valenti, anche questo con una bicicletta, gesto tecnico tipico di questo sport. Ma a sette secondi è ancora Andrè a mettere la firma sul risultato, piazzando di giustezza il pallone alle spalle del portiere bianconero. Nel terzo tempo, però, Viareggio è più incisiva e trova il pareggio al 6’ con una precisa punizione di Rafael sulla quale Carotenuto nulla può. Quando la disputa dei supplementari sembrava l’epilogo più scontato arriva la rovesciata di Valenti a far pendere l’ago della bilancia dalla parte dei toscani.

Redazione

Condividi questo post: