La determinazione di Baldinini: «D’ora in poi i punti valgono il doppio»


Il centrocampista analizza il momento della Samb e ripercorre il suo ambientamento nel gruppo. «Ad Avezzano abbiamo dimostrato carattere: Non ho l’assillo del gol, è importante soltanto il risultato finale»0…

PROVA DI FORZA – Il Campobasso che arriverà domenica a San Benedetto sarà molto diverso da quello che i rossoblù di Beoni sconfissero all'andata: il mercato di riparazione ha permesso ai molisani di scremare e ringiovanire la rosa. Lo sa bene Filippo Baldinini, che non sottovaluta gli avversari, che al Riviera giocano sempre con motivazioni particolari. «Ad Avezzano è stata dura, ma vincere si è dimostrato fondamentale perché si è visto il carattere della Samb che ha saputo soffrire e lottare fino alla fine. Come in tutte le gare di questo campionato dovremo soffrire, il Campobasso è una società molto blasonata, è una partita da prendere con le molle. Lo scorso anno fu una partita stranissima perché fu una delle migliori giocate, ma perdemmo immeritatamente. Aprì delle crepe nella squadra, ma ci riscattammo in Molise. Il vantaggio che abbiamo acquisito è meritato, ma sono sei punti su squadre incredibilmente forti e i risultati che inanellano Matelica e Fano dimostrano che non possiamo rilassarci, adesso i punti iniziano a valere doppio».

AMBIENTAMENTO E RENDIMENTO – Tra i migliori in campo, in ogni gara, il Baldinini 2.0 è diverso da quello che passò per San Benedetto con Mosconi e Paolucci. Meno reti, meno giocate, ma molto lavoro in copertura e a sostegno della manovra offensiva. «Sotto l'aspetto umano posso affermare di essermi integrato benissimo nel gruppo, grazie ai ragazzi che sono fantastici, il mister e lo staff. In campo è diverso. Credo che tatticamente il mio rendimento sia buono, cerco sempre di mantenere equilibrio in campo. Domenica ho avuto qualche occasione, ma anche in altre partite sono riuscito a vedere la porta. Certo non è facile inserirsi in un contesto di squadra nuova con movimenti e meccanismi già rodati, si tratta di abitudini da cambiare, ma non mi assilla il fatto di non riuscire a segnare: quello che conta è fare risultato. Sono molto contento di come stanno andando le cose».

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: