L’Offida ribalta il pronostico: Centoprandonese battuta 3 – 2


CENTOPRANDONESE – OFFIDA    1 – 3

MARCATORI: 14’pt Cori (rig), 24’pt Cucco, 38’pt Casali, 50’st Pasquali.

 

LE FORMAZIONI

 

CENTOPRANDONESE: Bordoni, Capriotti, Mercatili (36'st Vannicola ), Alessandrini, Cucco, Gabrielli, Celi, Deogratias, Carosi (42’st De Santis ), Palestini (1’st Coccia ), Corradetti. A disposizione: Sciamanna, Illuminati, Claudio Testa, Danilo Testa. Allenatore: Marocchi.

OFFIDA: Grandelli, Fiorino, Catalini, Luzi, Cori, Spina, Giudici (10’st Pasquali ), Allevi, Casali, Manni (41’st Matera ), El Hassani (33’st Cocci ). A disposizione: De Angelis, Vagnoni, Vallorani. Allenatore: Volponi.

ARBITRO: Bracaccini di Macerata.

ESPULSO: 18'st Gabrielli.

Gli ospiti passano a Centobuchi e si conquistano la permanenza in Prima Categoria. Retrocessione amarissima per i ragazzi di Marocchi…

Vince con merito l’Offida questo incontro per la salvezza, anche se la Centoprandonese ha avuto tantissime occasioni da gol mancate clamorosamente. Parte meglio l’Offida che si spinge subito in avanti creando spesso scompiglio nella difesa locale e proprio a meno da un quarto d’ora di gioco si procura un rigore per fallo di Alessandrini che viene anche ammonito, si incarica del tiro l’esperto Cori e realizza con un tiro che si insacca alla destra di Bordoni. Reagisce bene la Centoprandonese che pareggia dopo appena 10 minuti con Cucco, ma l’Offida non demorde e continua ad attaccare: pericoloso Casali che spesso Cucco fa fatica a contrastare, e proprio lo stesso Casali su azione d’angolo di testa segna il 2 a 1. Poi due grosse occasioni per Capriotti che spara fuori con la porta sguarnita (clamorosa la seconda). Nella ripresa la Centoprandonese cerca in tutti i modi possibili il pareggio e al 56’ l’occasione d’oro arriva: rigore fischiato dal bravo arbitro Bracaccini per un fallo ai danni di Celi ma Deogratias si fa parare il tiro da Grandelli. Al 63’ l’episodio che ha condannato la Centoprandonese: l’espulsione per somma di ammonizioni di capitan Gabrielli. A partita finita c’è anche il terzo gol dell’Offida.

C.F.

Condividi questo post: