L’Ancona in salsa rossoblù ferma un’altra big: Samb e Momenté firmano il 2-2 col Padova


ANCONA-PADOVA 2-2

MARCATORI: 32’pt Samb (A), 37’pt Neto Pereira (P), 14’st Favalli (P), 39’st Momenté (A).

LE FORMAZIONI

ANCONA (4-3-3):  Scuffia; Daffara, Moi, Ricci, Forgacs; Agyei (al 26′st Momenté), Zampa, Gelonese; De Silvestro, Samb, Frediani (al 26′st Bariti). A disposizione: Rossini, Barilaro, Malerba, Djuric, Kostadinovic, Bambozzi, Montagnoli, Tassoni, Battaglia, Voltan. Allenatore: Fausto Brini.

PADOVA (3-5-2): Bindi; Sbraga, Emerson, Cappelletti; Madonna (al 38′st Boniotti), Mazzocco, Filipe (al 23′st Mandorlini), Dettori, Favalli; Neto Pereira, Germinale. A disposizione: Favaro, Russo, Monteleone, Gaiola, Marcandella, Tentardini, Altinier. Allenatore: Oscar Brevi.

ARBITRO: Pasciuta di Agrigento

AMMONITI: Samb, Gelonese (A), Mazzocco, Madonna, Bindi (P).

Dopo aver battuto il Parma e strappato un pari a Salò la squadra di Brini conferma di essere in ottimo forma: dopo il vantaggio iniziale, l’ex Samb Momenté riprende i biancoscudati nel finale…

ANCONA-PADOVA 2-2

MARCATORI: 32’pt Samb (A), 37’pt Neto Pereira (P), 14’st Favalli (P), 39’st Momenté (A).

LE FORMAZIONI

ANCONA (4-3-3):  Scuffia; Daffara, Moi, Ricci, Forgacs; Agyei (al 26′st Momenté), Zampa, Gelonese; De Silvestro, Samb, Frediani (al 26′st Bariti). A disposizione: Rossini, Barilaro, Malerba, Djuric, Kostadinovic, Bambozzi, Montagnoli, Tassoni, Battaglia, Voltan. Allenatore: Fausto Brini.

PADOVA (3-5-2): Bindi; Sbraga, Emerson, Cappelletti; Madonna (al 38′st Boniotti), Mazzocco, Filipe (al 23′st Mandorlini), Dettori, Favalli; Neto Pereira, Germinale. A disposizione: Favaro, Russo, Monteleone, Gaiola, Marcandella, Tentardini, Altinier. Allenatore: Oscar Brevi.

ARBITRO: Pasciuta di Agrigento.

Uno spettacolo in campo tra due formazioni che hanno messo, fin dal fischio di inizio, determinazione e voglia di vincere e che tornano a casa con un pari giusto, al termine di una battaglia. Lo stato pietoso del terreno di gioco del Del Conero non permette alle formazioni di costruire azioni a terra, in compenso i giocatori non si risparmiano già dalle prime battute dove entrambe arrivano negli ultimi venticinque metri, ma senza mai sapersi rendere pericolose. Lo squillo dell’Ancona, il gol del vantaggio, arriva alla mezz’ora di gioco, tra le proteste ospiti: Bindi (ex Samb) ha qualche difficoltà a bloccare un pallone aereo e Samb lo contrasta, approfittando dell’indecisione dell’estremo difensore deposita in rete senza problemi. Il Padova reagisce subito e sull’asse brasiliano Emerson-Neto Pereira si sviluppa l’azione del pari con il lungo lancio del difensore che l’attaccante trasforma in gol beffando Scuffia. Nella ripresa sfiora l’Ancona e il Padova trova la seconda rete: Mazzocco pesca in area Favalli che non manca l’appuntamento e batte Scuffia. A sei minuti dal termine i dorici agganciano il Padova grazie ad una bellissima girata di bomber Momentè (anche lui ex Samb) dal limite dell’area che batte Bindi.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: