Inzaghi sorride da imbattuto, a Teramo può già saltare la prima panchina del girone B


Le altre partite del turno infrasettimanale. Nessun gol nel derby Maceratese-Ancona, super Gucci trascina il Fano, Venezia di rimonta sul Parma. Zauli rischia grosso dopo il terzo ko…

MANTOVA – PORDENONE 0-2: Primo posto in solitaria per i neroverdi grazie alla terza vittoria consecutiva. Arriva alla metà della prima frazione il vantaggio ospite, dopo una bella azione corale, grazie ad Azzi. Al 77’ il raddoppio di Martignago, nel posto giusto al momento giusto, butta in rete un calcio di punizione di Burrai.

FERALPISALO – LUMEZZANE 2-2: Pari rocambolesco e un punto a testa. Passano gli ospiti, dopo un inizio abbastanza equilibrato, ma non a ritmo forsennato. Al 26’ segna Sorbo, ma a pochi minuti dal termine del primo tempo è guerra a trovare il gol del pari. Nella ripresa la combina veramente grossa Cordomaz che, nell’atto di servire il proprio portiere, realizza il più clamoroso degli autogol. Alla mezz’ora i padroni di casa si riportano sul pari grazie al guizzo di Luche.

TERAMO – MODENA 1-2: La panchina di Zauli perde stabilità settimana dopo settimana, ma il primo a pagare per l’ennesima brutta figura in questo campionato potrebbe essere il DS Lupo, a lungo impegnato in un chiarimento con la dirigenza a margine della gara. Padroni di casa avanti, dopo un monologo canarino, grazie al gol di Jefferson. Nella ripresa escono fuori gli ospiti che trovano la vittoria grazie alla doppietta di  Schiavi (63’ e 85’ su rigore).

FORLI – ALBINOLEFFE 2-2: Soffre il Forlì, che guadagna il primo punto in classifica, ma che getta anche al vento una potenziale vittoria a pochi minuti dal termine della gara. Ospiti avanti dopo otto minuti con Cortellini, ma recuperati alla mezz’ora da Tonelli. Assolo biancorosso nel secondo tempo con raddoppio di Ponsat al 50’. Il vantaggio resiste fino a due minuti dal termine quando ci pensa Anastasio a buttare in rete il gol del definitivo 2 a 2.

MACERATESE – ANCONA 0-0:  Pari a reti inviolate e risultato che punto che sa di vittoria per i dorici, a secco da due gare. La Rata ci prova nel primo tempo, ma sbatte contro un Ancona ridisegnato da mister Brini. Ripresa dominata in lungo e largo dai padroni di casa, con due intervalli di Momentè e Forte.

PARMA – VENEZIA 1-2: Era il big match di giornata e sicuramente non ha deluso in quanto a spettacolo. Alto il tasso tecnico in campo la partita è stata combattuta fin dai primi minuti. È Evacuo a rompere subito gli equilibri (2’) procurandosi e trasformando un calcio di rigore. Con una cornice di pubblico che poco ha a che spartire con la Lega Pro si gioca una partita combattuta col coltello tra i denti. All’88’ è Moreo ad agguantare il pari, con Domizzi, due minuti dopo, a far esplodere la gioia di Inzaghi, ancora imbattuto alla guida dei lagunari.

BASSANO – SUDTIROL 1-1: Il punto sta stretto ai tirolesi dopo aver giocato per novanta minuti con l’acceleratore premuto contro un Bassano non arrendevole, certo, ma molto guardingo. Padroni di casa che sciupano l’occasione di trovare il vantaggio con un rigore sbagliato da Rantier al 57’, al 68’ il solito Gliozzi si proietta in avanti tentando una potente conclusione sulla quale l’estremo di casa sbaglia clamorosamente. A quattro minuti dal termine è Grandolfo a buttare in rete il pallone del pareggio.

FANO – PADOVA 3-1: Gucci re per una notte al Mancini dove i padroni di casa si impongono con un perentorio risultato grazie anche alla prestazione del proprio attaccante. Il vantaggio fanese non tarda ad arrivare: poco meno di venti minuti e gol da rapace dell’area, dopo l’invenzione di Borrelli e la respinta del portiere Favaro. Dopo due minuti i padroni di casa colpiscono il legno con Schiavini. Dopo un momentaneo smarrimento i bianco scudati riescono a trovare il pari, in conclusione di primo tempo con Madonna. Al quarto d’ora della ripresa c’è la discesa di Borrelli con un lungo cross, arriva Gucci in corsa e da distanza ravvicinata mette in rete il 2 a 1. Cala il sipario con l’espulsione di Alfageme, reo di aver colpito Ferrani. Il 3 a 1 è pura accademia con l’ennesima discesa sulla fascia fanese e Gucci, sempre ben appostato, a realizzare il tris.  

REGGIANA – SANTARCANGELO RINVIATA: Il regolamento UEFA impone che sul terreno di gioco dove andrà disputata una gara internazionale (Sassuolo-Athletic Bilbao di Europa League) non si disputino gare per le 72 ore antecedenti l'evento. La Reggiana è stata quindi costretta a chiedere il rinvio, la gara sarà recuperata il 4 ottobre.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: