Accertamenti sulla fiaccolata dei tifosi, ma tutti stanno dalla parte dei tifosi



Contraddizioni. Il nostro tempo ne è pieno e, in un periodo di grande stress e confusione come quello dell’emergenza Coronavirus che ci troviamo a vivere da ormai diversi mesi, spesso ci si è trovati ad avere a che fare con situazioni ambigue, o difficilmente comprensibili. Così sarebbe se dovessero essere confermate nelle prossime ore le voci sempre più insistenti sui presunti accertamenti che le forze dell’ordine starebbero portando avanti in merito alla fiaccolata che è stata organizzata dai tifosi della Samb domenica scorsa per celebrare la Festa della Madonna della Marina e celebrare la propria marineria. Non si tratta di essere buonisti o di effettuare carinerie nei confronti del tifo: tutti sono a conoscenza dei fatti che hanno preceduto la festa delle feste di questo 2020 e, al di là di ogni valutazione politica, chiunque ha apprezzato il fatto che con il gesto della Curva Nord Massimo Cioffi si sia dato un segnale di vicinanza alla marineria, simbolo di San Benedetto del Tronto, e si sia fatto qualcosa per mantenere viva la tradizione. Qualcosa che, altrimenti, sarebbe mancato. Naturalmente si è trattato di un gesto che per cui non sono stati richiesti i permessi agli organi di sicurezza, ma dalle immagini che sono circolate sin da subito sul web e dalle testimonianze dei presenti si può ben vedere che le direttive anti-covid siano state rispettate più al molo sud rispetto che a tanti altri eventi che hanno caratterizzato questa strana estate 2020. Insomma, non servirebbe neanche scomodare il buon senso a cui si sono appellati un po’ tutti, anche esponenti politici locali e non, e che ha permesso alle forze dell’ordine di paesi come Benevento e Reggio Emilia (tanto per fare due esempi in ambito sportivo, senza parlare di Napoli in tempi in cui l’emergenza era ancora in una fase più acuta), per chiudere un caso che probabilmente non doveva neanche nascere. E non c’è da meravigliarsi se nella San Benedetto social l’hashtag più utilizzato tutto d’un tratto è #ioeroalmolo.


Condividi questo post: