Il Teramo cerca il nuovo allenatore. E se Palladini ritrovasse la Samb da avversario?


Il tecnico rivierasco avrebbe avuto un contatto con il Teramo, vicino anche all’ingaggio di Sandro Federico nel ruolo di Direttore Sportivo. In corsa pure Epifani, Asta e D’Angelo…

Torna in auge il nome di Ottavio Palladini e succede poco lontano da San Benedetto del Tronto. Dopo la salvezza conquistata ai playout il Teramo vuole guardare avanti e lo fa cercando la miglior opzione per la panchina della prossima stagione. Incassato il saluto di Ugolotti, che ha compiuto quasi un miracolo con il mantenimento della categoria, fioccano le prime possibilità. Dai cavalli di ritorno alle sorprese sono diverse le occasioni a disposizione.

COLPO  A SORPRESA – Non si allontanerebbe molto di casa una vecchia conoscenza della Samb. Tra i papabili c’è Massimo Epifani. Il trainer pescarese del San Nicolò in diverse occasioni, nel più recente passato rossoblù, è stato accostato anche alla panchina del Riviera delle Palme. La prospettiva di un salto di categoria lo premierebbe per i buoni risultati conquistati alla guida della squadra teramana. Altri profili molto interessanti sono quelli dell'ex FeralpiSalò Antonino Asta e dell'ex Bassano Luca D'Angelo. Nell'ultimo caso ci sarebbe l'interesse del tecnico che, nato a Pescara, si riavvicinerebbe a casa.

PALLADINI – Ad oggi non c’è stata ancora nessuna proposta concreta. Un contatto tra la società di Campitelli e il tecnico sambenedettese sembra aver creato rumore, rimbalzato su diversi quotidiani. L’ex allenatore della Samb potrebbe è stato avvicinato anche alla Vastese e alla Primavera del Pescara. Chissà che nella prossima stagione non incroci i rossoblù da avversario.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: