Il peso delle assenze, Capuano: «Con quattro indisponibili ho molti dubbi per domani»


Sarà una delle partite più difficili che la Samb deve affrontare. Lo sarà pure per il SudTirol incontrando la seconda della classe. Ma per i rossoblù, più che di problemi legati a schemi ed impostazioni tattiche, ci sarà da fare i conti con gli indisponibili. Una mannaia: fuori Conson ed Esposito per squalifica, Rapisarda per infortunio e Pegorin.

Il tecnico rossoblù fa il punto:

«Abbiamo tre giocatori che nelle ultime partite erano titolari inamovibili: Conson, Esposito e Rapisarda. A questi va ad aggiungersi l’assenza di Pegorin. Ci sarà Raccichini che è un ragazzo che stimo tantissimo e sarà il vice-Perina».

Problemi generali di formazione insomma. Dubbi circoscritti principalmente intorno al modulo e ai suoi interpreti:

«Ci sono delle scelte obbligate. Non ho ancora deciso se far giocare Candellori o un esterno con il piede invertito. Questo dubbio me lo terrò fino a domani. Ho visto una rifinitura molto positiva, ai limiti dello strapazzo: ho dovuto interromperli. C’è un vantaggio ed è che siamo più camaleontici rispetto a loro. Sul secondo e sul terzo campo variamo molto mantenendo fissa solo la difesa a tre. Ho avuto più partite ravvicinate, un cambio di modulo potrebbe anche essere l’alternativa. Abbiamo un lavoro di supporto che ci può tranquillamente far variare sia in fase iniziale che in fase di gioco».

Tra tanti dubbi una certezza ritrovata e si chiama Armin Bacinovic:

«Bacinovic? In questo momento è la scommessa più bella che abbia vinto a San Benedetto. L’ho parcheggiato e gli ho fatto fare l’aiuto magazziniere con Mirko e Severino. Si è impegnato, ha perso peso ed ora è uno dei giocatori, in assoluto, più forti di questa categoria».

Commenti
Condividi questo post: