Il Natale della famiglia Fanesi: tutti a Vicenza attorno a Luca. «Sta molto meglio»


Dalla mamma ai fratelli Massimiliano e Alessandro, passando per la moglie, le figlie e i nipoti: un Natale in famiglia per Luca Fanesi, che nell’ospedale San Bortolo di Vicenza continua la sua battaglia dal 5 novembre. Il 44enne sambenedettese è stato trasferito qualche giorno fa nel reparto di riabilitazione: le sue condizioni continuano a migliorare, anche se la strada da percorrere per tornare alla normalità è ancora molto lunga e tortuosa. «Mio fratello sta molto meglio – ha riferito Massimiliano Fanesi, ormai trapiantato in Veneto -; considerando come era entrato in ospedale siamo felici per come siano migliorate le sue condizioni. Anche se è un po’ nervoso perché non capisce per quale motivo si trovi da così tanto tempo in questo posto possiamo dire che pian piano ci sembra di riavere il nostro Luca». Max è stato sempre vicino al fratello, così come la moglie Teresa: per Natale, però, la famiglia Fanesi si ritroverà tutta insieme per cercare un po’ di serenità in questo drammatico momento: a Vicenza, oltre ai due figli di Luca, ci saranno anche Massimiliano e l’altro fratello Alessandro, assieme ai rispettivi nuclei. Il modo più semplice e più bello per guardare avanti. «Visti i progressi che sono stati già fatti un miracolo c’è già stato – dice ancora Max –, come regalo di Natale vorremmo soltanto che Luca tornasse a casa e recuperasse la forma migliore».

Redazione

Condividi questo post: