Il d.g. Gianni: «Con Federico c’è spesso di mezzo la Procura. Fedeli stufo, sta valutando cosa fare»


Il direttore generale della Samb, nel corso della conferenza di sabato mattina, ha anche descritto lo stato d’animo del presidente rossoblù dopo i deferimenti della Procura Federale…

Nel corso della conferenza stampa di sabato mattina il direttore generale della Samb è entrato nel merito dei deferimenti che hanno colpito la Samb, ma anche lanciato dichiarazioni al veleno nei confronti dell’ex direttore sportivo Sandro Federico, il cui pagamento in ritardo viene contestato dalla Procura Federale e potrebbe provocare un punto di penalizzazione.

IL PRECEDENTE EWANSIHA – «Prima di questa spiacevole situazione che ha portato ai deferimenti non ci siamo mai trovati ad avere problemi con la Procura Federale, se non per il tesseramento del calciatore Ewansiha: una questione che penso riguardi l’ex direttore sportivo. Mi infastidisce che quando si parli di Federico spesso ci sia di mezzo la giustizia sportiva. Non ci stiamo a prendere lezioni di moralità da chiunque e anche a mezzo Facebook».

L’AMAREZZA – Il d.g. ha dipinto Franco Fedeli come molto amareggiato: «Il presidente è stufo, sta valutando effettivamente quello che vuole fare e io non posso dargli torto, perché in certe situazioni si va sempre a cercare il pelo nell’uovo. Abbiamo la fortuna di avere un presidente ed una famiglia che si sono presi grandi responsabilità, ma la pazienza ha un limite». A chi, però, in sala stampa ha fatto notare che in tutto questo la città e la tifoseria non c’entrano e possono essere soltanto parte lesa Gianni ha ribadito: «Ai tifosi noi siamo sempre stati grati e sempre lo saremo».

Redazione

QUI le dichiarazioni di Gianni nel merito dei due deferimenti

Commenti
Condividi questo post: