Gubbio-Samb, le pagelle: Mancuso e Lulli trascinatori al Barbetti


Da Aridità a Sabatino i voti a tutti i rossoblù dopo il 3-2 di Gubbio: Agodirin sempre pericoloso, la difesa soffre soltanto nel finale, per Bacinovic lavoro oscuro in mediana…

ARIDITÀ 6

Torna tra i pali, riassorbito il risentimento muscolare. Blocca su Ferretti e si inarca sull’inzuccata di Burzigotti, prima di uscire per infortunio.

RAPISARDA 6

Manca su qualche diagonale, ma devia decisivamente su Casiraghi ed è autore di rapidi recuperi. In difficoltà invece ripetutamente su Lunetta, da cui nascono tutti i pericoli nel finale.

DI PASQUALE 6,5

Fa coppia con l’esperto Radi come ad Ancona. Non calibra talvolta la tempistica dell’intervento, facendosi anche ammonire. Cresce nella ripresa, quando esce autorevolmente spesso palla al piede, dimostrando grande personalità.

RADI 6,5

Si riprende la posizione da centrale e fascia di capitano, sbrogliando situazioni intricate in area. Battaglia con esperienza e fierezza, prima di restare un tantino in bambola nel finale.

GRILLO S.V.

Confermato lungo la corsia sinistra, dove fronteggia le discese di Kalombo, ma causa stiramento dura poco.

LULLI 7,5

Riecco il settepolmoni di inizio stagione. Romba a centrocampo, dipinge l’assist per Mancuso sul penalty. Subisce un giallo per eccesso di irruenza, ma nella ripresa si batte senza sosta e impegna severamente Volpe, prima di sfiorare il poker solo soletto in area.

BACINOVIC 6,5

Fondamentalmente compie un lavoro oscuro. Pennella un assist d’oro non capitalizzato da Sorrentino. Poi seppur staticamente dirige il traffico e distribuisce palloni. Finisce col fiatone.

VALLOCCHIA 6

Sua la prima conclusione, che però non centra lo specchio della porta. Qualche disattenzione tattica, consentendo pericolose incursioni di Giacomarro. Soffre la velocità del centrocampo eugubino e Sanderra lo sposta all’esterno con l’ingresso di Sabatino.

MANCUSO 8

Squassa subito la partita: suo l'assist calibratissimo per il vantaggio di Agodirin, poi si procura e realizza il penalty. Indomito, nella ripresa ci riprova e poi fa doppietta. Leader massimo.

SORRENTINO 6

Si batte come al solito su tutti i palloni, ma sbaglia clamorosamente, sparando alto, a tu per tu con Volpe. È comunque spigoloso e tenace nella morsa dei tre centrali umbri.

AGODIRIN 7

Preferito a Di Massimo, si presenta subito pericolosamente dalle parti di Volpe che smanaccia, prima di buttarla nel sacco per il repentino vantaggio. Con un bolide incoccia la traversa nella ripresa. Molto mobile si rende utile anche in copertura.

NTOW 6

Rileva Grillo sulla fascia di sua competenza. Cerca le sue fulminee discese, impegnando i suoi dirimpettai e in un’occasione anche Volpe. Peccato che cicchi qualche appoggio di troppo.

PEGORIN 6

Alla mezzora rimpiazza Aridità. Attento tra i pali e sulle uscite, solo nel finale si fa superare, ma senza colpe.

SABATINO S.V.

Rimpolpa la mediana, arpionando qualche palla vagante.

Alessio Perotti

Commenti
Condividi questo post: