Gubbio-Samb 1-2, LA CHIAVE TATTICA | Il capolavoro di Zironelli



GUBBIO-SAMB 1-2, LA CRONACA

ZIRONELLI: «ABBIAMO AFFRONTATO LA TEMPESTA»

SERAFINO: «GRANDE PROVA DI CARATTERE»

Era già stato veramente in gamba il mister, costruendosi in casa i due esterni (Malotti e Masini), che gli mancavano palesemente al suo arrivo e poi sono stati entrambi ceduti con suo condivisibile rammarico. Quindi già aveva fatto di necessità virtù, come quando in casa contro una Virtus Verona, che successivamente si è imposta sia a Modena che a Cesena (non propriamente bazzecole), pur in dieci aveva tenuto in campo tutti gli attaccanti, venendo giustamente risarcito dalla dea bendata col rocambolesco gol di Angiulli su punizione. Oggi ha ribadito queste sue capacità ed anzi si è pure migliorato con quel tris di sostituzioni al 20’ della ripresa per reagire allo svantaggio sia in termini di risultato che di uomini. Ha così tracciato un 4-4-1 capace sia di offendere che di rintuzzare le ripartenze eugubine. Con due esterni alti come Botta e Bacio Terracino e una mezzala pronta all’inserimento e a dare supporto a Lescano come D’Angelo la Samb, per dirla alla Liedholm, ha veramente giocato meglio in dieci che in undici. C’è da dire con la complicità di Torrente, che invece di pensare a chiudere la partita quando era in vantaggio e con l’uomo in più, ha erroneamente voluto cautelarsi, togliendo un attaccante, De Silvestro, per inserire un difensore, Cinaglia. Questa evidente differenza di mentalità ha permesso a Zironelli e ai suoi di concretizzare questo capolavoro tattico e di audacia. Ora però tocca alla società, che ha sì portato in dote al mister un ottimo calciatore come l’esterno destro Fazzi, oggi tra i migliori, ma che ora dovrà intervenire urgentemente a centrocampo, dove è emergenza vera, con un paio di calciatori forti e già pronti, vista la fitta sequenza di partite in programma. Zironelli il suo lo sta facendo in pieno per essere ai vertici, ora sta a Serafino e al suo staff permettergli di rimanerci.

Alessio Perotti


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Commenti
Condividi questo post: