Gubbio-Samb 1-2, Zironelli: «Vittoria dedicata ai pescatori. Abbiamo affrontato la tempesta»



GUBBIO-SAMB 1-2, LA CRONACA

MAURO ZIRONELLI (All. Samb): «Il cappellino che ho indosso per l’intervista? È in onore degli amici pescatori che mi portano sempre le alici a casa, questa vittoria è anche per loro. Questa partita ad un certo punto si era messa come una tempesta, perché non sapevamo davvero come fare; i nostri ragazzi però si sono proprio comportati come dei marinai di fronte al mare grosso, mantenendo la calma e riuscendo ad ottenere una grande vittoria, meritata, in dieci contro undici. È la prova di un grande spirito di squadra. Siamo andati sotto per via di un infortunio che può capitare, anche perché Tommaso (Nobile, ndr) poi ha reagito bene; poi siamo stati bravi a ribattere colpo su colpo. Nel secondo tempo Ruben (Botta, ndr) è stato molto più concreto, provocando l’autogol e creando altre occasioni. Angelo (D’Angelo, ndr), poi, ha risolto ancora una partita: penso che con i suoi gol ci abbia fatto conquistare nove punti: è un giocatore importante come lo sono anche tutti gli altri. De Ciancio era alla seconda partita che faceva intera, sarebbe dovuto uscire di lì a poco: aveva fatto bene, poi è entrato D’Angelo che ha risolto la partita. Sono molto contento per Fazzi perché, anche se penso non giocava 90 minuti da due mesi, si è dimostrato una spina nel fianco assieme a Botta. Adesso pensiamo a recuperare le forze perché abbiamo spesso molto su un campo pesante, per di più in dieci contro undici. Mi è piaciuta la caparbietà della squadra, che ha voluto attaccare sempre anche in inferiorità numerica. Non posso pretendere di più. Prima del triplo cambio non avevamo fatto male, dopo per via dell’espulsione abbiamo anche dovuto cambiare assetto passando al 4-4-1, con i mediani che hanno lavorato molto bene. Pian piano tutti stanno trovando la condizione».


TUTTE LE NOTIZIE SULLA SAMB

Commenti
Condividi questo post: