Grottammare-Porto d’Ascoli 1-2, un grande derby deciso nel finale da De Vecchis



di Enrico Tassotti

GROTTAMMARE-PORTO D’ASCOLI 1-2

MARCATORI: 17’pt e 47’st De Vecchis, 8’st Lanza.

GROTTAMMARE: Beni, Orsini, Lanza, Haxhiu, D. Traini, Di Antonio, Jallow, De Cesare, Ciabuschi, De Panicis, Vallorani. A disp. Renzi, Giuliani, Oresti, Ioele, D’Angelo, Bruno, Casolla, Vespasiani. All. Manoni.

PORTO D’ASCOLI: Di Nardo, Verdesi, Trawally, Schiavi, Manoni, Sensi, Leopardi, Rossi, De Vecchis, Gaeta, Valentini. A disp. Verissimo, Lanzano, Tassotti, F. Traini, Alighieri, Ciotti, Cocciò, Romagnoli, Liberati. All. Alfonsi.

ARBITRO: Eremitaggio di Ancona (Viglietta-Paolella).

ESPULSO: 40’pt Ciabuschi.

AMMONITI: Manoni, Haxhiu, Trawally.

ANGOLI: 7-1.

RECUPERO: 3′-5′.


Il derby della Riviera se lo aggiudica il Porto d’Ascoli grazie alla splendida doppietta di De Vecchis. A nulla è servita la rete di Lanza che aveva riequilibrato il match ad inizio ripresa. Probabilmente il risultato di parità sarebbe stato quello più giusto, ma la rete arrivata in pieno recupero ha testimoniato la caparbietà degli ospiti. Con questo successo i biancocelesti di Sante Alfonsi abbandonano la zona play out a discapito proprio del Grottammare che, dopo lo stop di sette giorni fa a Porto Sant’Elpidio, cade ancora. L’inizio vede attacchi da entrambe le parti poi, al 14′, il risultato si sblocca: è De Vecchis a portare in vantaggio i suoi. La reazione dei padroni di casa è immediata e produce un tiro di Jallow su cui Di Nardo si supera per evitare il pareggio. Al 26′ Ciabuschi è sfortunato a colpire il palo. Al 31′ il Grottammare ha l’occasione per impattarla: Sensi commette fallo in area su Traini. Per l’arbitro è rigore che, però, Ciabuschi spreca facendoselo respingere da Di Nardo. Gli uomini di Manoni insistono e Di Nardo è ancora protagonista su Traini. Al 40′ Ciabuschi si vede sventolare il secondo giallo e lascia i suoi in 10. Nella ripresa i padroni di casa rientrano ancora più convinti e trovano il pari con Lanza (8′). La spinta non si esaurisce nonostante l’inferiorità numerica ma, in pieno recupero, arriva la doccia fredda con De Vecchis che timbra ancora il cartellino e sposta l’ago della bilancia dalla parte dei suoi. Il Grottammare deve consolarsi con la grande prestazione messa sul campo con un uomo in meno.


Condividi questo post: