Gli epurati si allenano in gruppo. «Sembra il Grande Fratello, ogni settimana una nomination»


Capuano l’ha detto chiaramente, non più tardi di un paio di giorni fa, in conferenza stampa: «Qui sembra quasi il Grande Fratello, ogni settimana una nomination». Potrebbe non avere tutti i torti.

Nell’ultimo periodo si è fatto un gran vociare intorno ai nomi di Di Cecco, Damonte e Troianiello ma, ad ora, tutti e tre fanno parte della prima squadra con il solo centrocampista ligure fuori dalla lista convocati per scelta tecnica.

UN PASSO INDIETRO – Proviamo a tornare alla conferenza fiume del direttore generale Andrea Gianni (QUI). Lo stesso avvocato aveva assicurato che si sarebbero prese delle decisioni in merito a qualche giocatore. Sorrentino, per primo, è finito fuori rosa e sarebbe in attesa della rescissione del contratto (QUI). Altro nome caldo è quello di Gennaro Troianiello. Con Moriero non è riuscito a convincere la piazza e con Capuano potrebbe non trovare spazio o essere costretto a sacrificarsi in un ruolo che non è propriamente nelle sue corde (QUI). Loris Damonte è fuori per scelta tecnica perché, proprio come ha ammesso lo stesso tecnico, “C’è bisogno di giocatori con la testa sgombra”, ma si allena regolarmente con i compagni, così come Troianiello e Di Cecco. Già, Di Cecco. Il 34enne ha collezionato sei presenze in stagione, troppo poco per chi doveva essere assieme a Bacinovic il faro del centrocampo.

MERCATO – Le illazioni intorno ai quattro aprono già spiragli di mercato non di poco conto: da chi li vorrebbe lontani subito per favorire un rientro economico da investire su un ulteriore ringiovanimento della rosa a chi spalleggia la possibilità di vederli in rossoblù fino al termine della stagione. Tra tutte le voci ce n’è una che canta fuori dal coro. È quella di Diego Conson, leader silenzioso di questa squadra. Il difensore partenopeo, spezzando una lancia in favore di Lorenzo Sorrentino, qualche giorno fa ha detto: «Non è neanche facile esprimersi al meglio se al primo errore piovono critiche e si viene messi sulla graticola» (QUI le parole del difensore).

Condividi questo post: