Ghirelli: «Stipendi, non si può aspettare. Calciatori? Tutti dovranno fare dei sacrifici»



L’AIC di Damiano Tommasi vuole prendere tempo ma il tema stipendi sembra in cima all’agenda del presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli«Con l’Assocalciatori ho messo in piedi un tavolo permanente – ha detto il numero uno della terza serie in un’intervista a tuttoc.com. Non siamo in trattativa sindacale, quella puoi farla quando sei nel periodo delle vacche grasse; siamo in guerra, quando finirà bisognerà fare sacrifici. Ritengo che sia miope aspettare: a Tommasi ho proposto un accordo pilota. Chi dirige deve avere forza e metterci la faccia e prendere subito delle decisioni perché più passerà il tempo e più aumenterà l’insofferenza». Insomma Ghirelli auspica un accordo a breve, un accordo dove tutti (calciatori compresi) dovranno fare la loro parte in questo periodo di emergenza Coronavirus. «È chiaro: che tagli vuoi chiedere a chi è al minimo salariale? Ma tutti gli altri dovranno concorrere, chi avrà di più dovrà ridare di più. Ognuno dovrà fare sacrifici in base alle proprie capacità».


Condividi questo post: