Fusco: «Ventidue giocatori in rosa sono pochi, così si abbassa la qualità»



SANTIAGO CHACON FIRMA CON LA SAMB

Pietro Fusco esprime i suoi dubbi riguardo alle rose ristrette. La Lega Pro ha ridotto a 22 il numero di giocatori che potranno essere compresi in rosa (VEDI QUI) a partire dalla stagione 2020/21. Un’idea che non sembra piacere molto al direttore sportivo della Samb. «Ventidue calciatori in rosa sono pochi se si considerano gli otto turni infrasettimanali che dovremo giocare nella prossima stagione – le parole di Fusco, intervistato dal Corriere Adriatico -. Ci sono gli infortuni, le squalifiche: questa norma potrebbe portare ad un abbassamento della qualità». Altro argomento che dovranno affrontare molte squadre di Serie C è il minutaggio per ottenere contributi per l’utilizzo degli under (giocatori nati dal 1998 in poi). Non la Samb, però. «Non abbiamo l’obbligo del minutaggio, almeno questo è l’indirizzo che è stato lanciato dalla proprietà – ha detto al riguardo Fusco -. Questo quindi non è un problema per noi».


Condividi questo post: