Franco Fedeli: «Peccato non aver giocato, ora difendiamo il secondo posto»


La settimana di riposo, se così si può chiamare, è stata archiviata. Negli ultimi sette giorni la Samb ha corso tantissimo in vista dei prossimi impegni conto Fano e Vicenza. Se lo stop abbia influito o meno lo si vedrà solo domenica al fischio finale. Ad ora è certo l’impegno profuso dai rossoblù tenuti in riga da mister Capuano. Il presidente Franco Fedeli ha potuto commentare questo stop forzato dei suoi:

«La nostra è stata una settimana tranquilla, anzi, è stato quasi un peccato non aver giocato. Per fortuna domenica si torna in campo».

Frasi, più o meno, di circostanza per una persona che, di “circostanza” non è mai. E infatti, intervenuto a VeraTv, ha provato a spiegare la sua sugli obiettivi rossoblù e sulla testa del girone B:

«La classifica, in questo momento, ci sta dando ragione: cerchiamo di mantenere il secondo posto, o almeno di restare sempre lì tra le prime quattro. Col Padova non ci sono 11 punti di distanza, ma 8 perché abbiamo una gara in meno. Finché la matematica ci aiuta non concedo nulla a nessuno. Chi temo di più per il secondo posto? Timore è una parola che non mi piace; rispetto la Reggiana. Raggiungere il primo posto è molto difficile. Direi che le altre hanno giusto il 5% di poter insidiare il Padova. È un discorso solamente matematico».

Non sai mai che qualche Teramo di turno, al Padova, non faccia un altro scherzetto…

«Il Bassano mi aspettavo ci facesse un favore… Palladini che è un mio fedelissimo col Padova ci ha vinto (ha detto sorridendo)».

Condividi questo post: