Fioretti incontenibile, Sabatino geniale. Le pagelle di San Nicolò-Samb


Nell’ultimo giorno di scuola prima degli esami della Poule Scudetto tutti promossi. In vetrina l’attaccante classe ’90, autore di ottime giocate, e l’esperto centrocampista…

PEGORIN

6,5

Decisivo quando con due interventi su Chiacchiarelli (prima un tiro dai venti metri, poi una potente punizione sul primo palo) salva mantiene la sua porta inviolata. Per riuscire nell'intento nella ripresa viene anche aiutato dalla fortuna, quando Merlonghi si libera bene ma colpisce il palo.

PETTINELLI

6,5

Nei primi minuti Merlonghi riesce a spuntarla in un paio di circostanze, ma poi viene francobollato efficacia dal numero due, supportato a dovere da Candellori. Splendido il lancio che mette Titone davanti al portiere in occasione del 2-0.

PEZZOTTI

7

Impeccabile come terzino, contiene senza problemi Chiacchiarelli e si concede spesso qualche sgroppata in avanti, arrivando al tiro o al cross. Suo l'assist da corner per Casavecchia.

BARONE

6,5

Facilitato dai ritmi bassi che contraddistinguono la gara detta i tempi della manovra con lucidità e precisione. Nella ripresa Palladini lo richiama in panchina per risparmiarlo in vista della Poule Scudetto.

CASAVECCHIA

7,5

Reattivo in marcatura sugli attaccanti teramani, lo è anche quando nella ripresa si avventa su un angolo battuto da Pezzotti e di testa realizza il gol del definitivo 4-0. Giusto premio per una stagione vissuta non sempre in prima linea, ma comunque più che positiva.

CONSON

7

Per lui e il compagno di reparto Casavecchia la mole di lavoro aumenta nella ripresa, quando con i tre punti già in cassaforte la Samb allenta la pressione. La difesa da lui comandata, però, regge sempre bene l'urto (certamente non irresistibile) del San Nicolò.

TITONE

7,5

I compagni lo cercano anche più del solito per sostenerlo nella volata finale per la vetta della classifica cannonieri. Con una tranquillità impressionante brucia il suo marcatore e supera il portiere con un pallonetto, siglando il gol numero diciannove della stagione. Rete che gli permette di chiudere al primo posto della graduatoria dei bomber, anche se lo scettro è da condividere con Dos Santos.

SABATINO

7,5

Il gol del tre a zero è il suo ritratto ideale: tempismo negli inserimenti (si fa trovare pronto al limite dell'area), eccelse doti tecniche (tiene il pallone basso e lo scaglia alle spalle del portiere con una potenza impressionante) e quel po' di sana e geniale follia che ti serve per prendere – scherzosamente –in giro il tuo presidente nel corso dell'esultanza. Ecco a voi Alessandro Sabatino.

SORRENTINO

7

Schierato come quarto di centrocampo a sinistra, fa vedere ottime cose anche partendo lontano dalla porta. Il bilancio della sua gara, però, è il solito: tanta corsa ed un gol, frutto della tempestività con cui si avventa sul cross di Fioretti. Blindarlo per il futuro è un dovere.

CANDELLORI

6,5

Il torello di Castorano non è più una sorpresa: ennesima prestazione di carattere sulla fascia destra, tra raddoppi difensivi per dare una mano a Pettinelli e buone ripartenze palla al piede. Garanzia giovane.

FIORETTI

7,5

Nell'ultima giornata di campionato sforna quella che è la sua miglior prova in rossoblù: scatenato nelle vesti di uomo assist, trova sempre lo spazio giusto tra le linee biancazzurre e detta l'ultimo passaggio. Suo il cross che permette a Sorrentino di sbloccare il punteggio.

TAGLIAFERRI

6

Primo ad entrare a partita in corso, si posiziona sulla destra e si limita a contenere le sporadiche offensive teramane.

VALLOCCHIA

S.V.

Quando prende il posto di Sorrentino, sul punteggio di 4-0, la partita ha ben poco da dire. Prova comunque a farsi notare con qualche dribbling.

FORGIONE

S.V.

Per l'argentino che subentra al posto di Barone da annotare un paio di cross di buona fattura nel finale di gara.

Daniele Bollettini

Condividi questo post: