Fedeli eterno insoddisfatto: «Falliamo sempre quando c’è da fare il salto di qualità»


Il presidente sorride a metà dopo la gara interna pareggiata contro l’AlbinoLeffe di Loviso, poi pungola i suoi “uomini-mercato”: «Zappacosta? Non l’ho ancora visto giocare, prenderemo giocatori solo per fare numero. Lulli e Mancuso oggi non li avremmo venduti»…

«Dove ha sbagliato la Samb? – Domanda scottante quella rivolta a Franco Fedeli dopo il sipario calato sull'1 a 1 tra Samb e AlbinoLeffe – Quando c’è il momento di fare il salto di qualità noi manchiamo sempre l’occasione». Al "Pres" non è piaciuto molto in una gara, sostanzialmente, ben interpretata dai suoi: «Siamo lenti a centrocampo e  vedo Sabatino in difficoltà, Berardocco lentissimo e Lulli, oggi, poco brillante. Possiamo attaccarci anche agli episodi legati alla direzione arbitrale, ma questo lascia il tempo che trova. A caldo ho detto che l’arbitro era un disonesto, ma ora non lo penso, non diamo alibi ai nostri giocatori».
Questione intramontabile: il mercato. «Non è necessario parlare di mercato adesso. Ogni tanto ho l’impressione che qui si comprino giocatori tanto per fare numero. Zappacosta non l'ho visto ancora giocare… Noi dobbiamo concentrarci su Parma, Venezia e Reggiana che sono quelle che possono lottare per la vittoria finale. Dopo la prestazione di oggi Mancuso e Lulli non li venderemmo certamente a nessuno. Sono preoccupato dai troppi infortuni. Essere primo mi piace, ma se giochiamo così non è facile».

Condividi questo post: