Fano e Matelica non mollano, ma ora devono affrontarsi


Tengono il passo della Samb le due inseguitrici, che domenica si affrontano al «Giovanni Paolo II» di Matelica. Ancora una sconfitta per il San Nicolò, Giulianova battuto in casa dal Campobasso…

LA QUINDICESIMA – Al Mancini di Fano i padroni di casa incassano tre punti grazie alla rete in apertura di gara messa a segno da Gucci e ad uno stato di grazia di Ginestra, bravo a chiudere la porta in faccia agli attacchi del Monticelli che si piegano per 1 a 0. Stesso risultato a Matelica dove i biancorossi di Clementi superano la Vis Pesaro grazie ad un gran gol di Esposito al 73', imbeccato da un millimetrico lancio di Borgese. Carotti amaro per il San Nicolò che cede il passo alla Jesina che vince 1 a 0: Trudo approfitta di un rimpallo e infila la retroguardia abruzzese, la squadra di Epifani può recriminare per qualche decisione arbitrale dubbia. A Montegranaro il risultato tra Folgore, orfana di capitan Raparo non convocato, e Fermana è di 1 a 1. Dopo il vantaggio realizzato dagli uomini di Jaconi. Passano i gialloblù con Cremona, che batte Marani di testa, si chiudono i fermani e pagano lo scotto al 91' quando Mandorlini tenta il tiro della disperazione e il pallone, deviato, si infila in rete. Un rigore a testa e pareggiano anche Amiternina e Avezzano. Vantaggio ospite al 37' con Bisegna, risposta di Torbidone, che aveva sbagliato già nel primo tempo, al 5' della ripresa. Ultimo pareggio di giornata quello tra Recanatese e Chieti dove la partita si risolve in sette minuti: al 53' vanno in rete i leopardiani con il solito Miani, al 60' risponde Massimo. Il Campobasso torna alla vittoria dopo quattro gare e lo fa a Giulianova. Vigilia choc in casa molisana dove sei elementi hanno lasciato la squadra, approfittando della finestra di mercato, perché giunti ai ferri corti con la dirigenza. La rete che scaccia, almeno momentaneamente, problemi che poco hanno a che fare col calcio giocato porta la firma di Todino, al 22', bravo ad approfittare di una respinta corta del portiere abruzzese. Protagonista in Isernia Castelfidardo è l'attaccante di casa, Panico, autore di una doppietta. Passa l'Isernia con Mingione al 18', su assist di Panico che al 35', sugli sviluppi di un corner, realizza il 2 a 0. Accorciano le distanze gli ospiti al 68' con il gol di Castellana, bravo ad approfittare di un errore difensivo. Al 91' sigillo su rigore di Panico e l'Isernia può festeggiare il 3 a 1.

IL PROSSIMO TURNO – La Samb farà visita al Chieti di Ronci per la penultima del girone d'andata, con un orecchio al Comunale di Matelica dove arriverà il Fano, nello scontro tra la seconda e la terza della classe. In coda gara fondamentale per quanto riguarda la salvezza: a Pesaro si gioca Vis – Giulianova.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: