Esposito illumina il Matelica, Agnonese ancora ko. Vastese, basta un punto per la vetta


A Castelfidardo l’Olympia va ancora ko dopo la sconfitta col Monticelli. Valanga di gol matelicesi sulla Recanatese. Male Civitanovese e Pineto, la Fermana stende il Campobasso con Molinari…

Castelfidardo – Olympia Agnonese 1-0
Seconda sconfitta di fila per la prima della classe, stavolta imposta dal Castelfidardo. Dopo un primo tempo di sostanziale equilibrio, giocato davanti ad una bella cornice di pubblico con molti supporters molisani, la ripresa vede capitolare la difesa dell’Olympia sugli sviluppi di un corner che Filipponi infila poco dopo il fischio iniziale dell’arbitro.

Chieti – Romagna Centro 0-1
Decima sconfitta in undici gare e classifica ancora gravemente deficitaria visto il solo punto all’attivo. Il Romagna Centro non deve neanche sprecarsi più di tanto con il gol vittoria che arriva al 22’ grazie all’incursione di Prati. Piove sul bagnato per i neroverdi che nella ripresa perdono Trozzo e Viscido per espulsione, il primo per aver colpito un avversario e il capitano con un doppio giallo per proteste.

Fermana – Campobasso 1-0
I molisani possono prendersela solo con se stessi se dal Recchioni sono usciti senza niente in mano. La Fermana, dal canto suo, è brava a domare gli avversari rendendo sterile ogni attacco, complice anche un po' di sfortuna ospite. Nella prima frazione di gioco passano i canarini grazie a Molinari, in gol al 41’.

Matelica – Recanatese 4-1
La bella vittoria degli uomini di Mecomonaco favorisce l’avvicinamento alla vetta, che ora dista solo un punto. Reca da “Chi l’ha visto”, in mostra solo in occasione del gol. Apre il jolly Esposito, a lungo accostato alla Samb, con un preciso calcio di punizione al 15’. I padroni di casa sfiorano il raddoppio in due occasioni, con Pera prima e Baldinini poi, bravo a trovare il gol nel secondo minuto della ripresa. Per Manuel Pera ci vogliono quindici minuti, ma realizza il tris. Al 73’ lampo dei leopardiani con Mordini, poi il buio con il secondo gol di Esposito che scrive la parola fine.

Monticelli – Vis Pesaro 0-0
Ancora una volta Monticelli di scena al Pirani di Grottammare, esiliato dal Del Duca. Pari scialbo e risultato giusto tra due formazioni che sono risultate lente nella costruzione della manovra, a tratti esageratamente scolastiche. Due punti persi per la Vis che interrompe la striscia di vittorie consecutive.

San Nicolò – Alfonsine 2-0
Vittoria all’inglese per gli uomini di Epifani (nella lista dei "Gentleman dell'anno" redatta dalla Gazzetta dello Sport) che tornano a conquistare i tre punti dopo il pari esterno nel derby col Pineto e si portano a -2 dalla Vastese, in testa con ventuno lunghezze. Il primo tempo è abbastanza combattuto tra le due formazioni con l’Alfonsine forse più brillante, fino al 46’ quando un errore in difesa spiana la strada a Bisegna per il vantaggio. Ripresa in cui si vedono i padroni di casa dopo il palo ospite dopo qualche minuto. Al 35' percussione di D’Egidio e raddoppio abruzzese.

San Marino – Pineto 2-1
Cadono gli abruzzesi per mano del San Marino che si tira fuori dalla zona pericolosa della classifica grazie ad una gara giocata con attenzione e vinta con un pizzico di cinismo in più. Dopo poco più di due minuti Baldazzi  porta avanti i padroni di casa. Alla mezz’ora gli ospiti trovano il pari con Antenucci che svetta in solitaria su un corner. Buonocunto delizia gli occhi degli spettatori con un gol eccezionale, nella ripresa: dopo aver ricevuto da Baldazzi entra in area e semina il panico mettendo a sedere tre avversari, libero di concludere, spara una staffilata mancina che batte l’estremo difensore ospite.

Civitanovese – Sammaurese 0-2
Una pesante sconfitta casalinga getta i rossoblù nella mischia playout. Prestazione incolore dei calciatori di casa e Caneo contestato da qualche tifoso a fine gara anche se, per la cronaca, è giusto riportare una generale mancanza di serenità nell’ambiente di “citanò” a causa di alcuni problemi societari. Sussulto ospite, involontario assist dei padroni di casa con Negro che sbaglia un disimpegno regalando il possesso a Peluso dopo mezz'ora di gioco. Il giallorosso si infila bene nella retroguardia e trova il vantaggio. Nella ripresa il raddoppio arriva dopo quattro minuti di gioco con Pieri.

Vastese – Jesina 1-1
La Vastese cicca la fuga facendosi bloccare sul pari dai leoncelli. Il primo tempo riserva qualche emozione dopo una ventina di minuti passati a studiarsi. Nella ripresa cambia il senso del match con i marchigiani più decisi e bravi a passare con Cardinali al 14’. La Vastese non molla e trova il pari con Prisco al 21’ che approfitta di una uscita sbagliata di Tavoni.

Domenico Del Zompo

Condividi questo post: