Due volte retrocessi, due volte ripescati: storia e curiosità sull’AlbinoLeffe


In poche righe qualche cenno storico sui seriani, fondati nel 1998: dalla lunga permanenza in B nel segno di Emiliano Mondonico ai ripescaggi delle ultime due estati. Tra di loro c’è l’ex Samb Loviso…

L’AlbinoLeffe (colori sociali blu e celeste) è una società calcistica con sede legale a Bergamo e sede operativa a Zanica ma che si propone di rappresentare i paesi di Albino e Leffe, entrambi comuni in provincia di Bergamo posti nella Valle Seriana. Fondato nel 1998 a seguito della fusione dell’Albinese e del Leffe, il club lombardo nel 2002/03 ottiene la storica promozione in Serie B, classificandosi al secondo posto del girone A di C1 e vincendo la finale play off col Pisa. Per ben nove stagioni consecutive i seriani militano nel campionato cadetto: nel 2007/07 la società tocca il punto più alto della sua storia, perdendo la finale degli spareggi promozione col Lecce dopo aver concluso la regular season al quarto posto. Nel 2011/12 l’AlbinoLeffe scende in Lega Pro. I seriani retrocedono in Serie D sia nella stagione 2014/15 che nella 2015/16, ma in entrambi i casi riescono a restare tra i professionisti grazie al ripescaggio per completamento degli organici. Inizialmente, sede degli incontri interni è stato lo Stadio Carlo Martinelli di Leffe; con la promozione in B i lombardi si sono spostati allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo (capienza di 21.900 spettatori, terreno di gioco in erba naturale). Attualmente presidente dell’AlbinoLeffe è Gianfranco Andreoletti; allenatore della prima squadra è Massimiliano Alvini. Tra i seriani spicca la presenza dell’ex Samb Massimo Loviso (in rossoblù nel 2006/07).

Condividi questo post: