Due diffidati e mille euro di ammenda: le decisione del giudice sportivo dopo la gara di Teramo


Mori e Bacinovic si uniscono a Sabatino, Di Filippo e Radi, un solo diffidato per il Lumezzane. Il lancio di bottigliette in campo costa ai rossoblù mille euro, tremila al Teramo, fumogeni e petardi compresi…

Nessuno squalificato per il turno infrasettimanale di dopodomani contro il Lumezzane. Sconfitta a parte la Samb è uscita dal Bonolis con le ossa rotte, qualche certezza in meno e Daniele Morie e Armin Bacinovic diffidati (che vanno a fare compagnia a Di Filippo, Radi e Sabatino). Entrambi, infatti, si sono visti sventolare il giallo in faccia. Nessuno squalificato per il Lumezzane che, nella lista diffidati, conta il solo Arrigoni. La società rossoblù è stata multata per mille euro, come riportato nel comunicato ufficiale, perchè “i propri  sostenitori,  in  campo  avverso, lanciavano  sul  terreno  di  gioco  tre  bottigliette  piene  di  acqua,  senza conseguenze”. Va peggio al Teramo che di ammenda si è visto rifilare 3mila euro: “perché   propri   sostenitori   introducevano   e accendevano  nel  proprio  settore  numerosi  fumogeni,  alcuni  dei  quali venivano lanciati sul terreno di gioco costringendo l'arbitro, in entrambe le occasioni,  ad una breve sospensione della gara per la loro rimozione; i  medesimi  facevano  esplodere  nel  proprio  settore  due  petardi,  senza conseguenze,  e  lanciavano  sul  terreno  di  gioco  una  bottiglia  piene  di acqua, senza conseguenze”.

Redazione

Commenti
Condividi questo post: