Di Massimo oltre il gol, Pegorin decisivo: Samb-Sudtirol, LE PAGELLE



UNA VITTORIA TUTTO CUORE: SAMB-SUDTIROL 1-0, LA CRONACA

FEDELI: «CON FUSCO E ROSELLI DALL’INIZIO SAREMMO PIU’ IN ALTO»

ROSELLI: «NEL CALCIO SENZA IL SUDORE NON SI OTTIENE NULLA»

PEGORIN                          7,5

I compagni lo proteggono a dovere nel primo tempo, ma nella ripresa deve superarsi in più di una circostanze per negare il gol a De Cenco e compagni: decisivo in almeno tre circostanze. Bravo!

CELJAK                              7

Pulito ma molto deciso negli interventi, interrompe diverse trame bolzanine mostrando buone doti anche di anticipo sul diretto avversario. Un innesto davvero azzeccato.

MICELI                              6,5

Dopo un inizio di stagione drammatico ritrova il campo dal primo minuto. Come centrale dei tre si comporta bene: ruvido (anche troppo qualche volta), non permette a De Cenco e Turchetta di offendere. Che sia ritrovato?

ZAFFAGNINI                    6,5

Preciso negli interventi e nella scelta dei tempi, va in difficoltà soltanto nella ripresa quando si acutizza il problema fisico che lo costringe ad uscire. Speriamo nulla di grave.


RAPISARDA                      5,5

Bravo ad aiutare il già sicuro Celjak nelle chiusure, quando ha qualche spazio si esibisce in traversate che sconquassano gli equilibri altoatesini. Nella ripresa, però, si becca due gialli severi ma evitabili.

ROCCHI                          6,5

Con Ilari che spesso si abbassa per aiutare a costruire l’azione a lui spetta un lavoro più scuso del solito; comunque si fa notare con delle buone intuizioni palla al piede.

GELONESE                       6

Solito apporto nella zona centrale in fase di interdizione, impreziosito nel primo tempo da un paio di belle uscite. Imperdonabile, però, la ciabattata con cui va a colpire su assist di Di Massimo nella ripresa: un colpo che avrebbe potuto chiudere la partita.

SIGNORI                           6,5

Prezioso in ogni situazione di gioco, sforna l’assist per il gol decisivo e si fa riprendere solo per un paio di conclusioni fuori misura. In debito d’ossigeno nel finale, ma comunque più che sufficiente.

CECCHINI                         6,5

Sulla sinistra affonda con una buona continuità già dal primo tempo, dialogando bene con Signori. Nel secondo tempo si dedica a compiti più difensivi con efficacia.


ILARI                                 7

La sua duttilità si sta rivelando fondamentale per Roselli, che lo impiega di nuovo alle spalle dell’attaccante. Dopo Verona sforna un’altra buona prova, supportando la manovra in entrambe le fasi e giocando il pallone sempre con qualità.

DI MASSIMO                   7,5

Bravo a trovare spazi e tempi giusti, come quando al 17’ sbuca davanti a Vinetot e segna il suo primo (pesantissimo) gol stagionale. A fare da contorno, però, c’è una prestazione più che positiva per intensità e qualità, vedi la doppietta sfiorata poco più tardi o l’assist per Gelonese nella ripresa.

GEMIGNANI                    6

Prende il posto di uno stanco Rocchi per aggiungere dinamismo in mezzo al campo nella parte finale di gara.

RUSSOTTO                       S.V.

Gioca i venti minuti finali al posto dell’acciaccato Di Massimo. Il suo ritorno in campo è una notizia fondamentale per la Samb.

CACCETTA                        S.V.

Al posto di Gelonese deve mettere ordine lì in mezzo nel momento di sofferenza che precede il triplice fischio.


Condividi questo post: