Di Filippo e l’obiettivo playoff: «A Gubbio dovremo fare la partita». Sul rinnovo: «Sono a disposizione»


Il difensore ha trovato meno spazio nel girone di ritorno, ma in stagione è riuscito a collezionare venti presenze. Si candida per una maglia da titolare nei playoff…

Sulle spalle ha il numero 4 e in campo si porta un bagaglio importante: la capacità di interpretare più di un ruolo passando dal terzino a destra al centrale di difesa. Nicolas Di Filippo ha collezionato venti presenze, quasi tutte nel girone d'andata. Al ritorno, con l'arrivo di Sanderra, ha avuto meno chance, ma nel finale di stagione si è fatto trovare pronto ritagliandosi un importante spazio anche in chiave playoff:
«Dalle ultime presenze è passata quasi un’eternità, ma è arrivato anche il mio turno. Con Bassano e Maceratese ho giocato da centrale, è stata una lunghissima attesa e sono contento di aver fatto bene in una partita, per noi, fondamentale, anche se non ci ha comunque permesso di raggiungere il sesto posto».

Una squadra molto ostica, quella di Tedino, che a San Benedetto ha sofferto un po' l'assenza di tanti elementi, ma anche una Samb quadrata e ben organizzata:
«Abbiamo dato il massimo come volevamo e come siamo riusciti a fare. Loro si giocavano molto perché ambivano al secondo posto ma avendola affrontata bene ci lascia buone speranze per la partita di Gubbio che dovremo affrontare senza fare calcoli».

A Gubbio la Samb vinse, ma tra playoff e campionato passa un mare:
«Ci vorrà pazienza e non dovremo buttarci subito all’attacco, dobbiamo rischiare il meno possibile cercando di colpirli appena possibile per portare a casa il risultato. Avessimo giocato in casa avremmo avuto due risultati su tre, ma giocando per non perdere avremmo paradossalmente rischiato di più, possiamo fare leva su questo. Sarà una partita a  se perché i playoff sono un campionato a parte. L’unico vantaggio che abbiamo è che, avendo giocato contro il Gubbio in tre occasioni, li conosciamo molto bene, ma dovremo essere attenti dal primo all’ultimo minuto. Punti deboli, nelle squadre che hanno raggiunto i playoff, ce ne sono pochi. Si tratta di un gruppo che gioca insieme da tempo e che conosce bene l’allenatore, dovremo essere in partita dall’inizio alla fine e se ci riusciremo il risultato arriverà».

Una grinta che forse è mancata per un po', ma dalle ultime dichiarazioni sembra che la Samb punti ad essere la scheggia impazzita:
«Vogliamo arrivare fino in fondo. Il nostro obiettivo è la fase finale di Firenze. Vogliamo affrontare questa sfida gara per gara ed eventualmente dopo Gubbio guarderemo al Lecce».

E la questione rinnovo?
«C’è tutta la mia disponibilità. Se n’era parlato nel mercato di dicembre dove ho avuto anche qualche richiesta. Se la società vorrà io aspetto la chiamata»

Domenico del Zompo

Condividi questo post: