Deferimenti, sfratti e punti di penalizzazione: non finisce l’incubo del Modena


Che disastro. Il Modena di Capuano affonda, fanalino di coda a zero punti, ed è costretto a giocare lontano dal Braglia, non trova un acquirente che si sobbarchi il peso della gestione del club. Il destino dei gialloblù sembra segnato nonostante il campionato sia solo all’inizio.

LA CESSIONE Cordate. Il passaggio del club dalle mani di Caliendo a quelle di un eventuale acquirente sembra, ad ora, un misero miraggio. E dire che ci sono trattative, teoricamente, già ben avviate. Aldo Taddeo, ex proprietario del Varese, sarebbe intenzionato a rilevare il club modenese. L’acquisto sarebbe vincolato da un contratto con riserva e alla base di questo ci sarebbe la volontà di verificare con estrema sicurezza qual è la situazione debitoria del club.

LO SFRATTO – Intanto è diventato esecutivo lo sfratto che allontanerà la squadra di Capuano dal Braglia e da tutti gli impianti annessi (uffici compresi). Entro una settimana lo stadio dovrà essere svuotato da tutte le proprietà del club salvo che Caliendo non si faccia carico del debito maturato a fronte di tre rate del mutuo ancora insolute, interessi di mora e oneri: si parla di circa 625mila euro.

IL DEFERIMENTO – Dopo cinque giornate, il Modena, è ancora solo in coda con zero punti. C’è il rischio (forse qualcosa in più di un solo rischio) che la strada si faccia scivolosa, oltre che in salita: il procuratore ha deferito Antonio Caliendo e il Modena Football Club srl. Diverse le irregolarità contestate: dalla violazione delle norme per il rilascio della licenza al campionato di Serie C a quella del mancato ripianamento della carenza patrimoniale (scadenza 7 luglio) venendo meno ai doveri di lealtà, probità e correttezza. Va ad aggiungersi il mancato pagamento delle ritenute IRPEF sugli emolumenti dovuti fino ad aprile 2017 e dei contributi INPS fino a maggio 2017, a tesserati, dipendenti e collaboratori. Ancora pendente è il debito IRAP  di luglio 2014-giugno 2015. Tutte queste mancanze porteranno quasi certamente a diversi punti di penalizzazione.

Redazione

Condividi questo post: