Dalle origini all’esonero di Paolucci. Storia e curiosità dell’Agnonese


In poche righe la storia del club molisano, nato nel 1967 e presieduto da Antonio Melloni. A prendere il posto di Paolucci (ex allenatore rossoblù) è stato Giuseppe Di Meo…

La Polisportiva Agnonese di Agnone (provincia di Isernia) nasce nel 1967. Nell'anno della sua fondazione, il club molisano prende parte al campionato di Terza Categoria. All'epoca, non essendo ancora costituito il comitato regionale Molise della FIGC, l'Olympia Agnonese si aggrega al Comitato Regionale Campano. Nel 1988 l'Agnonese arriva a disputare il campionato regionale Promozione della Campania. Nel 1993, essendosi appena costituito il Comitato Regionale Molise, l'Olympia Agnonese si iscrive al campionato regionale di Eccellenza. Nella stagione 2005/06 il club molisano si classifica al primo posto del suo raggruppamento e centra per la prima volta nella sua storia la promozione in Serie D. Attualmente il presidente dell'Olympia Agnonese è Antonio Melloni, allenatore della prima squadra è Giuseppe Di Meo. Nella prima parte della stagione tecnico dei molisani è stato Silvio Paolucci, che gran parte del 2014/15 l'ha trascorso sulla panchina della Samb (dopo la sconfitta in Samb-Chieti prese il posto di Andrea Mosconi). L'Olympia Agnone gioca le partite interne allo stadio Stadio Comunale “Civitelle”: struttura sportiva caratteristica, perché senza barriere e con terreno di gioco in erba sintetica. L'impianto agnonese è stato inaugurato nel novembre del 2005 alla presenza della massime autorità sportive nazionali: il presidente del Coni Gianni Petrucci, il presidente della FIGC Giancarlo Abete ed il numero uno della Lega Nazionale Dilettanti Carlo Tavecchio. La città di Agnone, antica centro sannita, è famosa in tutto il mondo per il suo storico stabilimento di fabbricazione delle campane, tra i pochi che possa fregiarsi dell'onore di utilizzare sui suoi prodotti lo stemma pontificio.

ADA

Condividi questo post: