Da quanto mancava un’attesa così… Viaggio tra ansie e sogni prima di Samb-Lecce


È spasmodica corsa al biglietto, tutti vogliono esserci ed ecco perchè, quella di domenica tra Samb e Lecce, gara d’andata del secondo turno playoff, non può essere una partita qualsiasi…

Domenica, alle 18:30, la Samb incontrerà il Lecce nella gara di andata del secondo turno playoff. Come capitan Pezzotti ha fatto notare: «La febbre sale già da sabato sera. In città non si parla d’altro». Già, sarà per questo che i biglietti per la Curva Nord sono terminati nell’arco di poco meno di una giornata e gli altri settori stanno andando, man mano, riempiendosi.

L’ATTESA – Il fattore che, più di tutti,  mancava. L’attesa. Il pubblico delle grandi occasioni s’è visto contro il Parma o quando il Venezia di Inzaghi ha marcato visita al Riviera delle Palme. In linea di massima, comunque, il numero medio di presenze registrate è piuttosto alto, nonostante i fisiologici altalenanti momenti della squadra. Segno di un amore, verso i colori, incondizionato e minato, forse, dalle delusioni raccolte negli anni della storia recente del club. C’è la garanzia, ad oggi, di una società stabile ed ambiziosa, una manna per il popolo sambenedettese, affamato di sogni che si trasformano in realtà.
PASSO DOPO PASSO  – Ad inizio stagione si parlava di salvezza, obiettivo serenamente avvicinato dalla truppa di Palladini e completato sotto la guida di Sanderra. Poi si è alzato lo sguardo e sono arrivati i playoff. Magari in una posizione poco favorevole, ma che nell’incrocio del Barbetti ha proiettato la Samb alla gara di questo fine settimana.
TENSIONE – L’incertezza del risultato, il blasone dell'avversario, il contesto, l’importanza del confronto e la voglia di esserci. Ingredienti fondamentali in questa stagione e la corsa al biglietto ne è il risultato. Se contro la Jesina, lo scorso anno, si è costruito un serpentone di persone partito dal Ballarin ed arrivato al Riviera quasi in segno di rivincita, per le tante delusioni e i bocconi amari mandati giù dai supporters di casa, il Lecce, ma più in generale questo secondo turno conquistato, rappresentano la voglia di tornare a scrivere pagine importanti perché, e forse è proprio questo che non si è ancora realizzato a pieno, la “mattanza” tra ventotto squadre iniziata alla fine di questo campionato rappresenta la lotta per raggiungere la Serie B. La  Samb può lottare con i denti e puntare su qualche individualità, ma dovrà scontrarsi con squadre che costruite per vincere la Lega Pro. I playoff sono anche una lotteria e chi vince non sempre è il più bravo. E allora tutto è necessario: l'unione del gruppo, il Sambodromo, la voglia di vincere e di stupire e, perchè no, pure il diritto di sognare.

Domenico del Zompo

Condividi questo post: