Crisi profonda per il Bassano, ma fuori casa Magi è una mina vagante


Dire che attualmente il Bassano è in difficoltà sarebbe sminuire la situazione che il club giallorosso sta vivendo. La squadra allenata da Beppe Magi, vecchio pallino della Samb poi sfumato con l’arrivo di Moriero, vivacchia poco al di sotto della zona playoff con diciotto punti raggranellati in tredici partite. troppo poco per poter essere una competitor fino alla fine. Ottobre e novembre si stanno rivelando mesi duri da digerire e fino ad ora, nelle ultime sei partite, i giallorossi hanno ottenuto la miseria di due punti. Il dato acquisisce contorni ancora più grotteschi se si tiene in considerazione che dal 20 ottobre arrivano solo sconfitte (contro Padova, Renate, Mestre e FeralpiSalò). Al Mercante, in questa stagione, hanno trovato fortuna solo i Leoni del Garda e i nerazzurri. Particolare è anche lo score da trasferta: tre vittorie e tre sconfitte; quattro reti concesse lontano dalle mura amiche, sei quelle realizzate. Un avvertimento, nonostante lo scarso periodo di forma del Bassano, per Conson e compagni.

Condividi questo post: