Costantino prima della pausa: Sudtirol-Samb 1-0, LA CRONACA DEL PRIMO TEMPO


SUDTIROL-SAMB
MARCATORI: 42’pt Costantino

SAMB (3-5-2): Perina; Di Pasquale, Miceli, Patti; Mattia, Gelonese, Bacinovic, Marchi, Tomi; Di Massimo, Miracoli. A disp. Raccichini, Bove, Bellomo, Stanco, Candellori, Valente, Austoni. All. Capuano.
SUDTIROL (3-5-2): Offredi, Vinetot, Sgarbi, Frascatore; Tait, Fink, Berardocco, Broh, Zanchi; Gyasi, Costantino. A disp. D’Egidio, Bertoni, Smith, Cess, Boccalari, Oneto, Gatto, Heatley Flores, Berardi, Candellone, Erlic, Roma. All. Zanetti.
ARBITRO: Meraviglia di Pistoia (Rotondale-Catamo).
AMMONITI: 17’pt Marchi, 29’pt Fink, 39’pt Di Pasquale
ANGOLI: 0-1.
RECUPERI: 1’-0’.
NOTE: Cielo sereno, 15 gradi circa. Terreno di gioco in buone condizioni. SudTirol in completo bianco, innesti rossi, Samb in completo rossoblù.

In almeno un paio di occasioni è Costantino a rendersi pericoloso dalle parti di Pietro Perina. In campo ci sono due squadre che non perdono da quattro turni. sono pure due tra le migliori difese del girone B e questo forse non va a favorire lo spettacolo in campo. proprio per questo, tornando all’esordio del match, una bella vista circoscrive il Druso, bel colpo d’occhio dei tifosi ospiti supportati da un centinaio di ultras tedeschi gemellati di Friburgo e Bayern. In apertura l’ex Vis Pesaro prova a sorprendere il portiere rossoblù con un colpo al volo. Poca roba. Ancor meno la Samb che nell’area di Offredi si vede solo per andare in pressing sul portatore di palla. La prima “azione” concreta (virgolette più che dovute) nasce da un fallo cercato e subito da Di Massimo. Sull’esterno della trequarti si presentano sul punto di battuta sia Bacinovic che Tomi. Va col mancino l’esterno che chiama Offredi ad una parata piuttosto semplice. Nel non-gioco della Samb brilla, per impegno e corsa, Alessandro Marchi bravo a ringhiare sulle caviglie degli avversari per mandare in archivio ogni rischio. A lui e Gelonese spetta pure il compito di farsi vedere insieme a Miracoli e Di Massimo. ci vogliono quaranta minuti per il primo brivido e corre sulla schiena dei rossoblù: Tait riceve al limite dell’area e lascia scoccare un potente destro che sorvola di un millimetro la traversa. E al 42’ Costantino infila Perina. Berardocco, manco a dirlo, prova il tiro dal limite. Esce fuori una mezza ciabattata che tra un rimpallo e l’altro finisce sui piedi del numero 9 che, sul limite dell’area piccola e tenuto in gioco da Di Pasquale, non sbaglia. Capuano è una furia.

Commenti
Condividi questo post: