Chimenti, Vecchiola, Saggiomo: i fratelli rossoblù si ritrovano a Ragnola. E Palladini fa il bomber


Più di trenta tra ex calciatori ed allenatori si sono ritrovati sabato scorso a Porto d’Ascoli per ricordare gli anni Ottanta e Novanta vissuti nelle giovanili della Samb…

Un momento per stare insieme, scherzare un po’ e soprattutto tornare a dare un calcio ad un pallone in nome dei “good old days”. È andato in scena al campo sportivo di Ragnola il raduno dei Fratelli Rossoblù, gruppo di ex calciatori che hanno militato nelle giovanili della Samb tra fine anni Ottanta ed i primi anni Novanta. La rimpatriata è stata organizzata da Antimo Di Francesco ed ha riscosso grande successo visto il numero di partecipanti: ben 33 tra ex calciatori ed allenatori. Di seguito tutti i presenti: Ottavio Palladini, Max Fanesi, Fabio Saggiomo, Roberto Beni, Paolo De Matteis, Sebastiano Vecchiola, Alex Olivieri, Daniele Carrus, Antonio Antinone, Maurizio Bechini, Cristiano Troli, Peppino Amadio, Alessandro Zocchi, Giorgio Ripani, Gregori Pierantoni, Daniele Spinozzi, Denis Di Clemente, Giuseppe Talamonti, Matteo Di Marzio, Gianluca Cipolloni, Antonio Marziali, Giordano Perini, Matteo Calvà, Rossano Marinangeli, Gianluca Nepi, Sergio Filipponi, Antonio Spina, Stefano Visi, Antimo Di Francesco. E poi i mister Claudio Forti, Peppe Gasparrini, Nicola Ripa e Francesco Chimenti. La partita tra la squadra rossa e la blu è terminata in parità: 7-7 con Palladini e Troli a fare da mattatori per la squadra dei rossi e Bechini e Perini a far da contraltare. Ma a vincere è stata soprattutto l’allegria e la voglia di rivivere le tante emozioni di un periodo caratterizzato da grandi sofferenze (culminato con gli anni di Venturato) ma anche belle soddisfazioni come la conquista della Coppa Italia di Serie C.

Redazione

Commenti
Condividi questo post: