Che Piacenza sarà: Franzini a San Benedetto col 3-5-2?


La Samb è reduce dalla bella vittoria di Ravenna. Prima due pareggi con più rimpianti che minuti giocati. I rossoblù però si presentano in serie utile da quattro gare con due “X” e due vittorie. Di contro il Piacenza ne ha infilate tre, di partite senza sconfitte, con un pareggio.


Franzini, dall’inizio della stagione, ha cambiato modulo presentandosi inizialmente con 4-3-1-2. Da Fermo, dove arrivò col 3-5-2, il primo cambiamento. Centrocampo più corposo, ma senza l’apporto dal 1′ di Manuel Giandonato, attinenza estiva della Samb.


L’incognita si chiama Alessio Sestu che di mestiere fa l’esterno di centrocampo, adatto nella configurazione 3-5-2 largo a destra. Franzini, però, nella vittoria contro il Carpi, vista anche l’assenza di Cacia, Sestu l’ha piazzato vicino a Paponi. Il 36enne è risultato tra i migliori in campo.

Pergreffi, Milesi e Della Latta andranno a comporre il tridente difensivo. A centrocampo ci saranno Zappella e Imperiale sugli esterni con Cattaneo e Marotta a ridosso del regista Nicco. Se Sestu non dovesse essere riconfermato, almeno inizialmente, vicino a Paponi prenderà il posto di Zappella come quinto di centrocampo. A comporre il tandem andrà perciò uno tra Sylla e Cacia.

Condividi questo post: