Che disastro in trasferta, Santarcangelo i numeri non sorridono: una vittoria in diciassette gare


Un dato va in soccorso della Samb di quest’ultimo periodo: gli avversari non sanno come si vince lontano dal Mazzola. Gli uomini di Sanderra dovranno approfittarne per tentare il nuovo aggancio al sesto posto…

La lenta marcia del Santarcangelo. La formazione gialloblù, partita per ottenere una salvezza tranquilla, ma con in serbo qualche ambizione in più, arriva a San Benedetto a giocarsi la partita nella speranza di dare un segnale forte.
LONTANI DAL MAZZOLA –  Gli uomini di Marcolini hanno costruito i successi di questa stagione (11) principalmente tra le mura amiche. L’unica vittoria lontana dal pubblico amico risale al 3 settembre quando, a Fano, la truppa gialloblù strappa tre punti ai granata grazie alle reti di Cesaretti e Carlini, rispettivamente al 59’ e al 75’, con l’assist per il centrocampista esterno di Sasha Cori.
BILANCIO NERO – Traendo un bilancio di soli risultati casalinghi, infatti, il Santarcangelo si ritroverebbe ultimo ad undici punti (una lunghezza dall’Ancona). Exploit di Fano a parte, gli ospiti, hanno incassato otto pareggi ed otto sconfitte. Non è certo un dato che permette alla Samb di crogiolarsi, anzi. Dai rossoblù, i tifosi e Franco Fedeli, si aspettano una vittoria netta e marcata che scacci via il periodo nero post Reggiana. Come già detto non saranno del match Carlini e Sirignan. Il tecnico, ex Atalanta e Chievo, molto difficilmente si sposterà dal 3-5-2 riproposto in ogni gara di questa stagione. Al posto degli squalificati scalpitano già Posocco e Gulli.

Domenico del Zompo

Commenti
Condividi questo post: